Articoli

Aperture Musei e Siti: gli orari

Per consultare le giornate e gli orari di apertura e chiusura dei musei e degli attrattori della città, occorre cliccare sul seguente link:

Orari Musei e attrattori

Fotografia:
Free Vector Graphics by www.vecteezy.com

 

Velocità di Crociera

MANFREDONIA TAPPA PER NAVI DA CROCIERA

Dodici e ventitré: sono il numero di attracchi di navi da crociera di lusso previsti per il 2018 ed il 2019 nel porto di Manfredonia, città dal sempre più ampio respiro e forte appeal turistico, assai cresciuta negli ultimi anni. Le (complessive) trentacinque date per questo “biennio sperimentale” sono state comunicate dall’Agenzia Mario De Girolamo nel corso di un incontro presso l’Agenzia del Turismo di Manfredonia, con il quale sono state poste le basi per il coordinamento dell’accoglienza dei croceristi in collaborazione con l’Autorità Portuale.

Dunque Manfredonia si attesta in una prestigiosa élite di scali portuali che schiude, in una brevissima prospettiva, l’opportunità di importanti ricadute – dirette e d’indotto – economiche ed occupazionali. Infatti, come riferito dall’Agenzia De Girolamo, la città durante lo scorso autunno-inverno è stata visitata in incognito dai vertici e referenti di affermate compagnie che l’hanno individuata come meta turistica ideale per il loro target, medio-alto, meritevole di essere inserita da subito nei loro itinerari.

La prima nave, la “Panorama II” (che ritornerà il prossimo 21 settembre), è in arrivo il prossimo 28 giugno e resterà attraccata al Molo di Ponente dalle ore 7 alle ore 14. A bordo una cinquantina di statunitensi che faranno tappa nel Golfo nel corso di un tour dell’Adriatico che tocca le località costiere (italiane e straniere) più prestigiose. 

Oltre alla “Panorama II” nel 2018 faranno scalo anche le navi Arethusa (27 luglio, 6 agosto, 7 settembre, 17 settembre) e Artemis (2 agosto, 12 agosto, 13 settembre,23 settembre, 25 ottobre, 4 novembre). Anch’esse sono due navi da crociera frequentate da americani e sosteranno in media dalle ore 7 alle 23.30, per permettere ai crocieristi di poter godere delle bellezze di Manfredonia e del territorio.

Le due navi hanno già programmato un numero ancor maggiore di attracchi nel periodo aprile-novembre 2019: Arthemis (8 aprile,10 maggio, 20 maggio, 21 giugno, 1 luglio, 1 agosto, 12 agosto, 13 settembre, 23 settembre, 25 ottobre, 4 novembre), Arethusa (12 aprile, 22 aprile, 24 maggio, 3 giugno, 5 luglio, 15 luglio, 16 agosto, 26 agosto, 27 settembre,7 ottobre, 19 ottobre, 29 ottobre).

Benvenuti in Puglia, benvenuti a Manfredonia.

 

Fotografia: Matteo Nuzziello

La Festa della Musica. Sole e Luna

“Good Morning Manfredonia”, “Do, Re, Mi, Fa, Na-ma-sté”, “C’era una volta un Re”, “Tessere o non tessere”. Una prolungata e trascinante sinfonia, sotto il nome di “Sole e Luna”, dall’alba a notte fonda, quattro momenti, decine di artisti. E’ il programma della Festa della Musica” di Manfredonia (coordinato dall’Agenzia del Turismo in sinergia con altre realtà locali) del 21 giugno, con eventi gratuiti e dislocati in tutta la città all’insegna della musica e dell’arte in tutte le sue sfaccettature per dare il benvenuto all’estate.

“La Festa della Musica” è un’iniziativa – organizzata da MIBACT, SIAE e AIPFM (Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica) – che, come avviene in tutta Europa, coinvolge in maniera organica l’Italia intera trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica e l’arte (in ogni sua forma) riescono a dare. Un appuntamento che rappresenta un “Inno alla Gioia”, in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale.

L’edizione 2017 a Manfredonia fu un exploit artistico e di pubblico, che sarà bissato quest’anno con l’aggiunta di ulteriori appuntamenti. Le novità, appunto, sono nella scelta di due nuove location e fasce orarie. Si inizia presto, prestissimo, all’alba, alle ore 6 con “Good Morning Manfredonia“, concerto itinerante che darà il buongiorno alla città gioiosamente in musica. Partendo da Piazza Falcone e Borsellino (Chiesa di Sant’Andrea), punto nevralgico frequentato da centinaia di sportivi e camminatori mattutini, gli artisti di Mac Academy si dirigeranno verso il centro storico allietando il risveglio e l’inizio della giornata di residenti e turisti, rendendo tutti partecipi della “Festa della Musica”.

Dalle ore 19.30 (alle 21), poi, l’evento si interseca con la “Giornata internazionale dello Yoga” (che in totale a Manfredonia prevede ben cinque appuntamenti gratuiti dalle 9 alle 21). Gli artisti di Mac Academy, nel Chiostro del Municipio (Piazza del Popolo) fonderanno il loro talento con la lezione del Maestro Vivek B. Gaur (tra i guru mondiali dello yoga). Con tale lezione, si capirà come la respirazione riduce lo stress e aiuta a controllare gli stati d’ansia e, nel suo complesso, stimola la circolazione sanguigna, riossigena e disintossica l’organismo, riequilibra il sistema linfatico e rinforza il sistema nervoso.

Come nel 2017, in collaborazione con il Polo Museale della Puglia, la “Festa della Musica“, diventa occasione per l’apertura straordinaria in notturna del Castello Svevo-Angioino e del Parco Archeologico di Siponto. Durante le aperture i due siti saranno scenario di alcuni particolari eventi. Dalle ore 19 alle 20 ci sarà (in collaborazione con l’Associazione Argos Hippium di Foggia) un concerto nella Piazza d’armi del Castello eseguito dall’orchestra Officina Musicale – Orchestra giovanile di Foggia composta da 50 musicisti e diretta dal Maestro Pietro Vigliarolo. L’orchestra eseguirà brani tratti da musiche barocche sino ai giorni d’oggi. Seguirà “Musica sulle Torri” (20,30 – 22,00) con scenografici momenti musicali che allieteranno il visitatore durante il percorso nel castello e in prossimità delle 4 torri d’angolo (Torre dell’Annunziata, Torre del Molo, Torre la Segreta, Torre del Fico).

Dalle ore 20.30 alle 00.30, infine, spazio alle performance art di musica e pittura estemporanea presso l’area del Parco Archeologico e delle “Basiliche di Siponto resa magica dalle poliedriche performance di musica – chitarra, violino, pianoforte e trio d’archi- e pittura (curate da Mac Academy) che si svolgeranno nella cripta medievale (eccezionalmente aperta per l’occasione), all’interno della basilica medievale, sul sagrato della chiesa e sotto la struttura di arte contemporanea dell’artista, Edoardo Tresoldi.

Tutti gli eventi sono gratuiti ed a ingresso libero. Per l’occasione il Castello sarà visitabile sino alle ore 23,00 (con ultimo ingresso alle ore 22,00) ed il Parco Archeologico sino alle 00.30 (con ultimo ingresso alle ore 00.00)

Festa della Musica_Programma della Città di Manfredonia

SOLE E LUNA

Sole 1 _ Good Morning Manfredonia
Musica itinerante
Da Piazza Falcone e Borsellino verso il Centro storico
Dalle ore 06.00
(A cura di Mac Academy)

Sole 2 _ Do, Re, Mi, Fa, Na-ma-sté
Yoga+Musica al Tramonto
Chiostro Palazzo San Domenico, Piazza del Popolo
Dalle ore 19.30
(A cura di Donatella Damato e Mac Academy)

Luna 1 _ C’era una volta un Re
Concerto per Orchestra
Piazza d’Armi, Castello di Manfredonia
Dalle ore 19.00 alle 20.00
Musica sulle Torri
Castello di Manfredonia
Dalle ore 20.30 alle 22.00
(A cura del Polo Reg. Museale e dell’Ass. Argos Hippium)

Luna 2 _ Tessere o non tessere
Music & Art live performance
Basilica di Siponto
Dalle ore 21.00 alle 00.30
(A cura del Polo Reg. Museale e di Mac Academy)

21 giugno: il giorno più lungo

Ricco ed intenso il programma della città per la giornata

21 giugno, solstizio d’estate. Il giorno più lungo dell’anno è da vivere interamente ed intensamente a Manfredonia, dove, con il coordinamento dell’Agenzia del Turismo guidata dall’A.U. Saverio Mazzone, si celebreranno la “Festa europea della Musica” e la “Giornata mondiale dello Yoga“, con eventi dislocati in tutta la città dall’alba sino a notte inoltrata per salutare l’arrivo della tanto attesa “bella stagione”.

Un giorno speciale di per sé per Manfredonia che, da secoli, alle 12:58, vede il riproporsi del fenomeno dell’Abbazia di San Leonardo in Lama Volara. A quell’ora il sole, attraverso il foro gnomonico posto sul tetto della Chiesa, proietta un fascio luminoso al suo interno, riproducendo i motivi con i quali è decorato il foro stesso, ed al momento in cui il sole è allo zenith il motivo risulta posizionato perfettamente al centro tra le due colonne adiacenti l’ingresso nord della Chiesa.

A fare da cornice, appunto, i due importanti eventi internazionali. La “Festa della Musica”, presentata questa mattina a Roma con il testimonial d’eccezione Maestro Ezio Bosso, verrà celebrata in riva al Golfo per il secondo anno consecutivo sull’onda del successo artistico e di pubblico del 2017. Un’iniziativa – organizzata da MIBACT, Siae e AIPFM (Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica) – che, come avviene in tutta Europa, coinvolge in maniera organica l’Italia intera trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica e l’arte (in ogni sua forma) riescono a dare. Oltre 9 mila eventi nelle piazze, nelle strade, nei parchi, nei musei, nei luoghi di culto, nelle carceri, nelle ambasciate, negli ospedali, nei centri di cultura, nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e nelle metropolitane di oltre 500 città e borghi italiani e sedi diplomatiche all’estero.

Un appuntamento che rappresenta un “Inno alla Gioia”, in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale. “La musica deve essere ovunque e tutti ci impegniamo affinché sia ovunque, perché la musica ci insegna ad ascoltarci l’un l’altro e festeggiarla vuol dire festeggiare anche il capirsi senza pregiudizi”, ha affermato Ezio Bosso. A Manfredonia, la “Festa della Musica” si impernia su quattro eventi spalmati dalle prime luci del giorno e sino a tarda notte.

Tra di essi c’è un momento della “Giornata Internazionale dello Yoga”, giunta alla sua quarta edizione, che, a sua volta, si suddividerà in quattro parti.

La scelta della data è caduta sul 21 giugno per omaggiare il giorno con la maggior presenza di luce dell’anno, il solstizio d’estate. Non a caso, infatti, le pratiche maggiormente eseguite in quella giornata sono le sequenze di Saluti al Sole (Surya Namaskar in sanscrito) in molteplici variazioni.

Fin dalla prima edizione, nel 2015, in tutto il mondo insegnanti di yoga, praticanti e semplici curiosi hanno affollato piazze e giardini per praticare insieme.

L’edizione di Manfredonia prevedrà l’alternarsi di diversi insegnanti e “stili” per tutta la giornata che culminerà con il maestro indiano Vivek B. Gaur (tra i guru mondiali della disciplina) alle 19.30. Nel corso della giornata anche Yoga della Risata, Yoga bimbi e Zen stretching.

Il dettaglio delle attività della “Festa della Musica” e della “Giornata Internazionale dello Yoga” in programma a Manfredonia (tutti gli appuntamenti sono gratuiti e con accesso libero) saranno resi noti nella giornata di domani dall’Agenzia del Turismo.

Fotografia: Matteo Nuzziello

Spiagge

Il lungo litorale di Manfredonia, la Porta del Gargano, è un susseguirsi di spiagge e bassi fondali sabbiosi, che dai lidi della Riviera Sud arrivano alla sorgente dell’Acqua di Cristo con i suoi scogli e le acque da cui traspare il ricco fondale. Scendendo verso la riviera Sud, la costa cambia il suo profilo: da alto, roccioso, aspro, diventa basso e sabbioso, declinando dolcemente e terminando infine nella splendida e lunga riviera che giunge fino alla costa barese. Siponto è una gemma incastonata in questa riviera, tra le più belle e suggestive dell’intero Adriatico. Il Promontorio del Gargano, infine, deve la sua fama alle bellissime spiagge e calette, incastonate tra le falesie, che regalano viste e panorami mozzafiato.

 

Spiaggia Diomede (Castello)

E’ la spiaggia centrale della Città, quella preferita dagli abitanti per la sua comoda e suggestiva ubicazione e per la sabbia soffice e quasi bianca. E’ caratterizzata da una grande spiaggia libera e dalla presenza di Lidi privati che offrono numerosi servizi. Posta ai piedi del maestoso Castello Svevo-Angioino, che ne costituisce una splendida cornice, è la spiaggia frequentata da generazioni di manfredoniani, da quando nei primi anni del ‘900 si insediavano gli stabilimenti balneari con cabine a palafitta. E’ fiancheggiata dal lato destro dal Molo di Levante con il Faro e l’ormeggio dei pescherecci, dal lato sinistro da una lunga scogliera che si inoltra fino al Gargano. Formata da sabbia dorata e particolarmente indicata per i bambini, ha un fondale che in modo graduale, porta fino alla profondità di 8 mt., limite concesso per la balneazione. La presenza laterale del porto la preserva da forti onde o dalle maree. Alle sue spalle è il Viale Miramare, munito di punti di accesso e scivoli per i disabili, con parcheggi liberi. Durante la stagione estiva, due zone laterali i lidi attrezzati, sono destinate a spiaggia libera, delle quali quella sottostante il Molo di Levante del Porto, è attrezzata con chiosco di ristoro, ombrelloni e sdraio a nolo. Il lungomare è dotato di pizzerie, ristoranti, bar e nelle vicinanze, un parco-giochi per bambini che termina nella Villa comunale.

 

Scogliera di Manfredonia “Acqua di Cristo”

Affacciata sulla radice dell’omonimo golfo, per la sua rocciosità è la più ostica e quasi impraticabile dai non autosufficenti, ma è estremamente suggestiva, presenta un’acqua cristallina e in alcuni punti molto fredda per la presenza di diverse “Sorgenti”. Per questo è soprannominata “Acqua di Cristo”. Un tipico quadro dal piacevole sapore mediterraneo, invantevole nelle assolate giornate di piena estate. La costa vede la presenza di due stabilimenti balneari attrezzati, uno con piscina, ed un porticciolo tuirstico.

 

Spiaggia Siponto


E’ la spiaggia più grande del comune di Manfredonia e quella sicuramente più ricca di servizi e lidi, si caratterizza dall’intervallarsi di larghe spiagge libere con chioschi a Lidi privati con cabine, ristoranti, bar. La lunghissima spiaggia è interamente costituita da sabbia dorata con lidi attrezzati, di facile accesso anche per i bambini ed i disabili; parcheggi liberi e custoditi nel periodo estivo, nelle zone di ingresso agli stabilimenti balneari. Il mare con fondale sabbioso, degrada verso il largo in modo graduale, particolarmente comodo per i bambini. Proseguendo sul  lungomare che costeggia la spiaggia, luogo prediletto dagli amanti del running e dell’attività fisica all’aria aperta, si raggiunge il centro residenziale di Siponto, del cui antico splendore restano la zona archeologica e la Basilica romanica di Santa Maria di Siponto risalente al XII sec. La sera molti lidi si trasformano in locali dove trascorrere splendide serate tra ristorazione e musica, all’insegna della rinomata movida sipontina.

 

Riviera Sud


Il chilometrico litorale della Riviera Sud offre lidi e villaggi turistici attrezzati di ogni servizio oltre che alla presenza di numerose spiagge libere. La “Spiaggia degli Sciali” di Manfredonia è facilmente raggiungibile intraprendendo la Statale 159 delle Saline, da cui si diramano i numerosi accessi alla spiaggia. Si tratta di un lungo litorale di soffice sabbia chiara lungo quasi 20 chilometri, che si distende dal confine meridionale di Manfredonia fino a Zapponeta, toccando diversi Villaggi turistici. Questo suggestivo arenile è interrotto solamente in alcuni punti da infrastrutture e stabilimenti ed è per la maggior parte orlato da una tipica macchia mediterranea. Il mare che bagna la spiaggia è azzurro e con fondali sabbiosi e digradanti, ideale per le famiglie con bambini e per gli amanti del nuoto. Sul litorale si trova il primo parco acquatico della Puglia, con scivoli, piscine e giochi d’acqua adatti a bambini ed adulti. Nella parte centrale di questo territorio ci sono le vasche di colmata che costituiscono l’Oasi del Lago Salso e la Riserva Frattarolo, zone umide inserite nel Parco Nazionale del Gargano. Tra la zona di Riserva naturale e immediatamente a ridosso dell’arenile, la zona coltivata chiamata “Sciali”, termine arabo che designava le barche a terra contenenti provviste di vario genere, dal sale ai mitili.
Fotografia: Creative Commons license (BY, SA), Patrick Nouhailler, “Puglia Pictures”, https://goo.gl/foSB5V

 

Spiagge del Gargano

La prima località che s’incontra partendo da Manfredonia in direzione Gargano è Macchia, con diverse spiagge raggiungibili attraverso le stradine che intersecano la SS 89, che diventa poi SP 53 nei pressi di Mattinata, distante da Manfredonia 16 km circa (passando per una galleria che bypassa la bella strada panoramica che s’inerpica su Monte Saraceno).
A Mattinata c’è una bellissima e lunga spiaggia di ciottoli bianchi, con diversi lidi attrezzati e spiagge libere. Proseguendo lungo la strada che circonda la costa (spettacolare e panoramica e col primo tratto, se si vogliono evitare le curve, reso agevole da una serie di gallerie), s’incontrano, oltre a panorami mozzafiato, tante altre spiagge e calette (tutte con spazi liberi o attrezzati), tra le quali Mattinatella (distante da Manfredonia circa 25 km), sabbiosa, e Vignanotica (35 km), di sassi, immersa sul mare e protetta dalle bianche falesie. Spingendosi oltre, si raggiungono poi Pugnochiuso, Baia di Campi, Cala San Felice, Baia di Manacore, Vieste e Peschici. E quindi, continuando la circumnavigazione, il litorale di San Menaio, Rodi Garganico e le spiagge nei pressi dei laghi di Lesina e Varano.
Infine, per chi ha qualche giorno in più, va detto che sarebbe memorabile un’escursione alle Isole Tremiti (raggiungibili via mare da Vieste e Termoli o, in elicottero e con un sorvolo mozzafiato, da Foggia), con i loro spettacolari fondali.

I collegamenti con l’aeroporto di Bari

Dal prossimo 30 maggio, torna ilservizio navetta che collega l’Aeroporto di Bari con il Gargano.
Di seguito la tabella degli orari: