Carnevale è festa di strada e di piazza, popolare, sociale, collettiva. Il Carnevale di Manfredonia è cosa antica: sessantacinque edizioni nell’era moderna, ma fai un salto indietro nel tempo e annaspi e affondi e perdi le tue tracce nella storia della nostra comunità. È un’Atlantide di suoni e di colori che riemerge ogni anno, nei dintorni di febbraio, spinta su dall’invincibile passione di una città. Carnevale è il respiro collettivo e sensuale di un popolo in attesa, è il regno dell’arcobaleno, il tappeto sonoro della felicità, il sogno incantato di chi si addormenta col sorriso.
Carnevale è senso e frenesia, è la lotta tra Dioniso e l’inverno, paso doble e cuore a mille; Carnevale siamo noi, le nostre radici e il nostro futuro, perché siamo quel che siamo, e di questo non possiamo fare a meno di raccontare. Di terra, di sole, di storia, di castelli e basiliche, di fortuna, di talento, di creatività, di acqua e bellezza, di gioventù. Di noi.