MUSICA, LABORATORI E L’ARRIVO DI BABBO NATALE IN VESPA E IN 500 – IL PROGRAMMA DEL SECONDO WEEKEND DI “INCHIOSTRO DI NATALE” A MANFREDONIA. OLTRE AL MERCATINO ARTIGIANALE, RITORNA L’APERTURA STRAORDINARIA DELLA CAPPELLA DELLA MADDALENA

Con il weekend alle porte, torna puntuale a Manfredonia “InChiostro di Natale”, il mercatino di artigiani locali nel cuore della città, organizzato dall’Agenzia del Turismo con il patrocinio del Comune che grande riscontro di pubblico e di critica ha riscosso all’inaugurazione della scorsa settimana.

Nel porticato di Palazzo San Domenico, si dislocherà nuovamente l’apprezzato percorso di diciannove artigiani sipontini appartenenti a diversi settori (tutti legati a produzioni tipiche ed originali) a cui fa da contorno una magica atmosfera natalizia con giochi di luci e suoni, nonché spettacoli di artisti locali (appuntamenti fissi alle ore 11, 18 e 19) e tante sorprese per far vivere a cittadini e turisti l’aria di festa, incentivando la valorizzazione e l’acquisto di prodotti locali. A dare il benvenuto, una Piazza del Popolo illuminata a festa, con spettacolari animazioni di musica e colori sulla facciata del Municipio.

Sarà la solidarietà la grande protagonista, assieme alle esibizioni artistico-musicali, di sabato 15 e domenica 16 dicembre, a scandire l’avvicinamento alle imminenti festività natalizie. Tra le iniziative più importanti in programma, sabato (a partire dalle ore 20) ci sarà l’8^ edizione di “Babbo Natale in Vespa ed in 500”, originale evento benefico organizzato dal “Fiat 500 Club Italia di Manfredonia” (presieduto da Matteo Cotrufo) con il sostegno dell’Agenzia del Turismo e la collaborazione dei “Vespisti sipontini” e del “RegioHotel Manfredi”. Un festante torpedone di auto storiche e vespe guidate da simpaticissimi Babbo Natale (in tutto una trentina di veicoli, provenienti anche da Bari e Taranto) attraverserà Corso Manfredi fino ad arrivare a Palazzo San Domenico, nel cui chiostro ci sarà una festa di beneficenza con musica, intrattenimento, buffet assortito e regali per i ragazzi diversabili e meno abbienti dell’ “Asd Delfino Manfredonia”, “ANFASS”,  “Casa famiglia don Mario Carmine” e “Casa famiglia Speranza”.Un’importante occasione di inclusione sociale e di svago per coloro i quali sono in condizioni di difficoltà, in un periodo, il Natale, che rappresenta il momento dell’anno in cui prevalgono la gioia condivisa e la speranza per un futuro migliore.

L’appuntamento “fisso” con la solidarietà è presso la slitta con renne di Babbo Natale (posta al centro del Chiostro a mo’ di scenografia per le foto dei più piccini, realizzata artigianalmente dall’Agenzia del Turismo con “Arredo legno”, “Golmet” ed Associazione “Anime del Sud”), presa letteralmente d’assalto lo scorso weekend. Qui, ivisitatori, durante gli orari di apertura, potranno portare doni (opportunamente confezionati) da offrire ai bambini delle famiglie in difficoltà di Manfredonia.

Ben tre gli appuntamenti musicali in programma in questo weekend. Sabato 15 (ore 18),spettacolo della “Big Band Jazz Sistemus” diretta dal Prof. Salvatore Coppolecchia(composta da oltre 20 componenti) nel il Chiostro di Palazzo San Domenico. Doppio appuntamento domenica 16: ore 11, “The Christmas Experience”, concerto dei docenti e degli allievi dell’Accademia “Una Musica Può Fare” di Manfredonia, con la partecipazione del Coro della Scuola Primaria “San Lorenzo Maiorano”; alle ore 19 è la volta di Michele Bottalico e i “Quantum street band” for Christmas, a proporre generi musicali come standard jazz, Bossa Nova, samba , soul, con classici italiani e hit del momento riarrangiate in chiave natalizia.

Sabato 15 (ore 17.30) è anche in programma l’interessante laboratorio “Brush Lettering”, workshop di Calligrafia per adulti  (a cura di MAC Academy – Iscrizione obbligatoria: 345 0228776 – Whatsapp). Un pomeriggio creativo con le “Brush Pen” per sperimentare e divertirsi con la scrittura a mano.
Si comincerà da semplici esercizi per sciogliere la mano e conoscere meglio i vari tipi di tratto della penna fino a realizzare meravigliosi artwork calligrafici. Tutti possono partecipare, non sono richieste particolari competenze.

Per i più piccini appuntamento domenica alle 11 con il “Trucca Bimbi di Natale” (a cura di “Pinocchio Animazione”  – costo partecipazione: 1 euro) ed alle ore 18 con “Mamma Natale”. Che succede se Babbo Natale si ammala? Ce lo racconterà Luisa Staffieri che con questo libro ha voluto giocare con gli stereotipi di genere con un risultato davvero divertente!  Al termine firma – copie per un regalo di Natale “griffato” (a cura dellalibreria per ragazzi “Nella Pancia della Balena” – Adatto a tutti. Ingresso libero). Ad “InChiostro di Natale” ci sarà anche la “Società Ginnastica Gymnasia”, che domenica 16 Dicembre (ore 11) propone un’ esibizione di ginnastica artistica presentando “Gli Elfi Salterini di Babbo Natale!”. Si esibiranno le squadre agonistiche, vincitrici dei numerosi titoli regionali e nazionali nei Campionati Silver e le piccole ginnaste manfredoniane della Squadra di Serie C 3a di Ginnastica Artistica, della Federazione Ginnastica d’Italia.

Anche questo weekend dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 22, con la collaborazione del gruppo “Scout Manfredonia 1”,  l’Agenzia del Turismo propone l’ apertura straordinaria della pregiata Cappella della Maddalena. Trattasi della parte della chiesa di San Domenico, edificio religioso legato ai primi decenni della fondazione della Città, così chiamata per la zona dell’abside, dove si possono ammirare gli antichi affreschi di San Nicola, di San Domenico, dell’albero di Jesse raffigurante la Stirpe di David e l’affresco della Maddalena con la deposizione di Cristo nell’edicola. All’interno della Cappella della Maddalena è possibile ammirare anche la “Collezione Rizzon”, l’acquerello del XVIII secolo “View of Manfredonia in Puglia” ed il “Museo dei Santi sotto Campana”.

A sostenere “InChiostro di Natale” ci sono numerosi sponsor: “De Salvia Costruzioni”, “Design & Realization”, “Le Cese”, “Arnold’s”, “B M Service”, “Mangano impianti”, “Re Manfredi Birreria Pizzeria”, “Coworking Smart Lab”.

AGENZIA DEL TURISMO DI MANFREDONIA – www.visitmanfredonia.it

A Natale torna “Accadde in una grotta”

26 e 30 dicembre 2018, 5 gennaio 2019 (dalle ore 16.30 alle 21). Dopo l’edizione sperimentale dello scorso anno, che ha riscosso importanti riscontri di affluenza e di gradimento dei visitatori (più di cinquemila quelli registrati in sole due serate), torna “Accadde in una Grotta”, la rappresentazione vivente della natività organizzata dal Gal DaunOfantino presso gli Ipogei Capparelli   di Siponto (la più grande Necropoli paleocristiana della Daunia)a cui collaborano il Comune di Manfredonia, l’Associazione “S.C.I.C.” (Associazione Socio Culturale Ipogei Capparelli) e la Parrocchia “San Michele” di Manfredonia .

Nel dicembre 2017, l’azione pilota “Accadde in una Grotta” è andata ben oltre la mera sperimentazione organizzativa, tanto da essere bissata da un’ altrettanto suggestiva riproposizione dei riti della Settimana Santa, tra i quali è spiccata la rappresentazione della “Via Crucis” che il Gal DaunOfantino ha realizzato con la collaborazione della Caritas diocesana, dell’Associazione “Paser” e di alcune Parrocchie di Manfredonia.  

L’ambientazione proposta dal Presepe Vivente è stata tanto originale quanto affascinante, con gli ampi spazi interni degli Ipogei Capparelli (situati nei pressi del Parco Archeologico di Siponto), trasudanti di storia ed archeologia, che sono stati location della rappresentazione della Natività, a cui hanno fatto da cornice la riproposizione realistica di antiche botteghe e la degustazione di prodotti tipici locali. Il visitatore è stato immerso in un percorso guidato tra numerose postazioni (oltre quaranta i figuranti tra venditori di stoffe, pastai, panettieri, oste, lavandaie, fruttivendoli, pescivendoli, falegnami, calzolai, fabbri, massaie, ricamatrici e la presenza di animali da fattoria) che hanno ricostruito l’atmosfera di quella notte di oltre 2000 anni fa in ogni dettaglio sartoriale e scenografico.

“Le novità della nuova edizione – dichiara Michele D’Errico, Presidente del Gal DaunOfantino – è innanzitutto nelle date, che salgono  da due a tre appuntamenti, nelle giornate del 26 e 30 dicembre e 5 gennaio. Altresì, aumenteranno di numero e qualità le ambientazioni ed i figuranti, oltre all’organizzazione di un percorso enogastronomico con le eccellenze territoriali, coniugando l’azione di promozione e valorizzazione turistica di un sito  di straordinaria importanza storico-culturale e paesaggistica. Proprio nell’ottica della fruizione e destagionalizzazione turistica – ha sottolineato D’Errico -, ‘Accadde in una Grotta’ è accompagnata da una mirata azione di comunicazione per amplificare l’eco dell’evento ed attirare un pubblico maggiore e trasversale, candidandosi ad essere punto di riferimento delnord Puglia per gli appuntamenti invernali.  ‘Accadde in una Grotta’ è la prima iniziativa ufficiale della nuova Programmazione che, finalmente, ha preso il via a pieno regime e consentirà al Gal di essere al servizio del territorio come agenzia di sviluppo attraverso il Piano di Azione Locale, di cui a breve saranno pubblicati i bandi di finanziamento plurifondo a disposizione di chi vuol far impresa utile e sostenibile per la nostra terra”. 

www.galdaunofantino.it

“InChiostro di Natale”, addobbi, sapori e tradizioni per tre weekend a Manfredonia

Gli addobbi, i sapori e gli odori della tradizione. Natale è la festa del calore e delle luci, il momento in cui condividere momenti piacevoli e gioiosi. A Manfredonia, ogni weekend, a scandire l’arrivo della festa più attesa dell’anno ci sarà “InChiostro di Natale” (inaugurazione sabato 8 dicembre alle ore 11), il mercatino tematico organizzato dall’Agenzia del Turismo con il patrocinio del Comune, ambientato nella suggestione del Chiostro di Palazzo San Domenico (sede del Municipio) proprio nel cuore della città, nella casa di tutti i cittadini, per condividere e far respirare lo spirito di comunità e l’aria di festa.

Nei tre weekend (8 e 9, 15 e 16, 22 e 23 dicembre dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 22), nel porticato di Palazzo San Domenico, si dislocherà un percorso di diciannove artigiani sipontini appartenenti a diversi settori (tutti legati a produzioni tipiche ed originali) a cui farà da contorno una magica atmosfera natalizia con giochi di luci e suoni, nonché spettacoli di artisti locali (appuntamenti fissi alle ore 11, 18 e 20) e tante sorprese per far vivere a cittadini e turisti l’aria di festa, incentivando la valorizzazione e l’acquisto di prodotti locali. A dare il benvenuto, una Piazza del Popolo illuminata a festa, con spettacolari animazioni di musica e colori sulla facciata del Municipio.

“L’Agenzia del Turismo, in linea con le politiche culturali, turistiche e degli eventi portate avanti nell’ultimo biennio, ha l’obiettivo che il file rouge di ‘InChiostro di Natale’ sia la valorizzazione dei talenti e delle risorse creative della città, mettendo gratuitamente a disposizione degli espositori una vetrina importante come quella delle festività natalizie – dichiara l’A.U. Saverio Mazzone -. Un’atmosfera natalizia offerta ai cittadini residenti ed ai visitatori che vengono a scoprire la città”.

Gli espositori di “InChiostro di Natale” rappresentano le categorie degli artigiani, associazioni e commercianti locali. Per l’artigianato ci saranno “Christmas country” (addobbi natalizi, ariticoli da regalo, Orecchini collane), “Cioccolateria-Gelateria Marea” (cioccolato e suoi derivati), “Mimy” (uncinetto), “La bottega delle Meraviglie” (addobbi natalizi, artigiani del legno, stoffa, ceramica, cartapesta, ferro battuto, rame, ottone, plastica, ariticoli da regalo), “Rox C. Design” (opere dell’ingegno creativo (pittura e scultura), “Cucito e ricamo” (addobbi natalizi, artigiani del legno, stoffa, ceramica, cartapesta, ferro battuto, rame, ottone, plastica), “Pasta Fresca Tarallificio Nella” (dolciumi),“Presepistica Altieri” (addobbi natalizi), “Mieli Papagna” (articoli enogastronomici), “Mercatino di Natale” (accessori), “Wool love art” (hobbistica).

Tra le realtà associative saranno presenti “Associazione San Michele” (addobbi natalizi),” CPIA 1 Foggia – scuola plesso Manfredonia” (attività di beneficenza),“Scout Manfredonia 1” (addobbi natalizi, artigiani del legno, stoffa, ceramica, cartapesta, ferro battuto, rame, ottone, plastica, ariticoli da regalo, castagne e suoi derivati), “Associazione Masserie Didattiche di Capitanata – Daunia in Masseria”, (artigiani del legno, stoffa, ceramica, cartapesta, ferro battuto, rame, ottone, plastica, dolciumi, castagne e suoi derivati, articoli enogastronomici, prodotti della terra), mentre per i commercianti “La Nuit biancheria” (articoli da regalo), “Mirian Home” (addobbi natalizi, articoli da regalo), “Nella pancia della Balena” (giocattoli, libri e stampe), “Casa dei fiori km0” (piante e fiori).

A sostenere “InChiostro di Natale” ci sono numerosi sponsor: “De Salvia Costruzioni”, “Design & Realization”, “Le Cese”, “Arnold’s”, “B M Service”, “Mangano impianti”, “Re Manfredi Birreria Pizzeria”, “Coworking Smart Lab”.

Artigianato ed imprenditoria emergenti sono protagonisti anche della realizzazione della slitta con renne di Babbo Natale (posta al centro del Chiostro a mò di scenografia per le foto dei più piccini): “Arredo legno”, “Golmet” ed Associazione “Anime del Sud”, ulteriore segno delle enormi potenzialità della creatività e capacità delle maestranze artigianali ed imprenditoriali sipontine.

Variegato e nutrito è anche il cartellone di eventi in programma ogni sabato e domenica (ore 11, 18 e 20), anch’esso caratterizzato dalla proposta di interessanti e validi talenti artistici locali:

*8 DICEMBRE*

Ore 11.00 – Inaugurazione del Mercatino e Concerto Gospel della Corale Polifonica “Spirito Santo”.

Ore 17.00 – “Giochiamo Djeco? “ Maratona di giochi di carte e da tavolo per bambini a partire dai 4 anni (accompagnati dai genitori). A cura della libreria per ragazzi “Nella Pancia della Balena”. Partecipazione a pagamento, 2.00€ a bambino (da scontare sull’eventuale acquisto di giochi). Prenotazione obbligatoria ai numeri 3482775054, 3472779534.

Ore 20.00 – Accensione Luci che illumineranno la facciata del Palazzo San Domenico per tutto il periodo Natalizio – in collaborazione con “Coworking Smart Lab“.

Durante tutta la giornata Porta il tuo Bambino “InChiostro” e scatta la foto con Babbo Natale e la sua Slitta.

*9 DICEMBRE*

Ore 11.00 – “Zampognari del Gargano”, Spettacolo itinerante per le vie del centro storico ed il Chiostro di Palazzo San Domenico.

Ore 11.00 – “Letture di Natale”, a cura della libreria per ragazzi “Nella Pancia della Balena”. Ingresso libero (da 0 a 99 anni).

Ore 20.00 – Pinuccio presenta: “Trump Advisor”, il mondo dei social come non ve l’hanno mai raccontato.

Durante tutta la giornata Porta il tuo Bambino “InChiostro” e scatta la foto con Babbo Natale e la sua Slitta.

*15 DICEMBRE*

Ore 11.00 – “Brush Lettering”, workshop di Calligrafia per adulti  a cura di MAC Academy – Iscrizione obbligatoria: 345 0228776 (Whatsapp)

Ore 18.00 – “Big Band Jazz Sistemus”, Spettacolo itinerante per le vie del centro storico ed il Chiostro di Palazzo San Domenico.

Ore 20.00 – Babbo Natale in Vespa e in 500, VIII edizione. Organizzato da “A.S.I.”, “Fiat 500 Club Italia di Manfredonia” e “Club Auto e Moto storiche Sipontino”.

Durante tutta la giornata Porta il tuo Bambino “InChiostro” e scatta la foto con Babbo Natale e la sua Slitta.

*16 DICEMBRE*

Ore 11.00 – “Gli Elfi Salterini di Babbo Natale”, spettacolo a cura della “Gimnasia”.

Ore 11.00 – Spettacolo musicale con la band della Scuola di Musica UMPF_Una Musica Può Fare

Ore 11.00 – Trucca Bimbi di Natale a Cura di Pinocchio Animazione (costo partecipazione: 1 euro).

Ore 18.00 – Nella Pancia della Balena “Mamma Natale”, incontro con l’autrice. Che succede se Babbo Natale si ammala? Ce lo racconterà Luisa Staffieri che con questo libro ha voluto giocare con gli stereotipi di genere con un risultato davvero divertente!  Al termine firma – copie per un regalo di Natale “griffato”! A cura della libreria per ragazzi “Nella Pancia della Balena”. Adatto a tutti. Ingresso libero

Ore 19.00 – Quantum street band for Christmas

Durante tutta la giornata Porta il tuo Bambino “InChiostro” e scatta la foto con Babbo Natale e la sua Slitta.

*22 DICEMBRE*

Ore 17.00 – “Clara e lo Schiaccianoci” Lettura Animata e Atelier Creativo (4/10 anni), a cura di MAC Academy. 1° Turno 17:00 – 2° Turno 19:00 Posti limitati – Iscrizione obbligatoria: 345 0228776 (Whatsapp)

Ore 18.00 – My Dance di Rita Vaccarella “Jingle Dance”

Ore 19.00 “Zampognari del Gargano”, Spettacolo itinerante per le vie del centro storico ed il Chiostro di Palazzo San Domenico.

Durante tutta la giornata Porta il tuo Bambino “InChiostro” e scatta la foto con Babbo Natale e la sua Slitta.

*23 DICEMBRE*

Ore 11.00 – DAM Accademia Musicale: il “Coro”.

Ore 18.00 – I Blunotes Project…and THE CHRISTMAS SONG

Ore 20.00 – “La Natività, da Adamo ed Eva ai primi miracoli di Gesù”: spettacolo di racconti e musica a cura del Teatro Cinque e con la Corale Polifonica “Spirito Santo”. Drammatizzazione e regia di Vittorio Tricarico. Dirige il coro il M° Antonio De Biase. Con Damiana Nenna, Matteo Perillo, Pasquale Tricarico, Vittorio Tricarico, Maria Vocale.

Durante tutta la giornata Porta il tuo Bambino “InChiostro” e scatta la foto con Babbo Natale e la sua Slitta.

 

AGENZIA DEL TURISMO DI MANFREDONIA – www.visitmanfredonia.it

InChiostro di Natale

Natale è la festa del calore e delle luci, il momento in cui condividere momenti piacevoli e gioiosi. “InChiostro di Natale” a Manfredonia, il mercatino organizzato dall’Agenzia del Turismo con il patrocinio del Comune, è ambientato nella suggestione del Chiostro di Palazzo San Domenico (sede del Municipio) proprio nel cuore della città, nella casa di tutti i cittadini, per condividere e far respirare lo spirito di comunità.

I tre weekend (8 e 9, 15 e 16, 22 e 23 dicembre dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 22) che fanno da countdown per la festa più attesa dell’anno, proporranno un evento nell’evento con gli addobbi, i sapori e gli odori della tradizione. Attorno al porticato di Palazzo San Domenico si dislocherà un percorso di artigiani sipontini appartenenti a diversi settori (tutti legati a produzioni tipiche ed originali) a cui farà da contorno una magica atmosfera natalizia con giochi di luci e suoni, nonché spettacoli di artisti locali (appuntamenti fissi alle ore 11, 18 e 20) e tante sorprese per far vivere a cittadini e turisti l’aria di festa, incentivando la valorizzazione e l’acquisto di prodotti locali. A dare il benvenuto, una Piazza del Popolo illuminata a festa, con animazioni dal dolce sapore natalizio.

Per informazioni e programma segui i relativi canali Facebook e Instagram.

“La rampicante” si presenta il 4 dicembre a Manfredonia con un happening

E’ uscito da pochi giorni (lo scorso 8 novembre), ma è già uno dei casi letterari italiani del 2018, capace, per il tema trattato (la donazione degli organi) e la sua trama narrativa, di captare istantaneamente le attenzioni e gli apprezzamenti di lettori, media ed autorevoli esponenti del mondo culturale-accademico (come Dacia Maraini e Fulvio Colombo).

“La rampicante” (LiberAria Editrice), il terzo romanzo del foggiano Davide Grittani, sarà presentato a Manfredonia il prossimo 4 dicembre (ore 18.30) nella pregiata cornice culturale delle Ex Fabbriche di San Francesco, in un incontro pubblico olistico in cui alla presentazione del libro si affianca un aperitivo e musica dal vivo. L’incontro, patrocinato dal Comune di Manfredonia, è stato infatti organizzato  dall’Agenzia del Turismo di Manfredonia e dal Rotary Club cittadino, in collaborazione con  la locale Condotta Slow Food; l’adesione della “Cantina D’Araprì” di San Severo (eccellenza italiana nella produzione di spumanti) e della Scuola di Musica UMPF – Una musica può fare (che, con la recente apertura, arricchisce l’offerta di formazione artistica di Manfredonia), renderà la serata particolarmente interessante.

Ad interloquire con l’autore saranno Saverio Mazzone (Amministratore Unico dell’Agenzia del Turismo di Manfredonia) ed Andrea Pacilli (Presidente del Rotary Club Manfredonia).

“Un incontro (non affatto casuale) di eccellenze della nostra terra: il talento letterario, la musica, l’enogastronomia, in una location, le Ex Fabbriche di San Francesco, che sta divenendo sempre più importante contenitore e luogo d’impulso delle dinamiche artistiche cittadine. Un’idea concreta di cultura e della sua valorizzazione – spiega Saverio Mazzone -. Siamo stati ben lieti di accogliere la scelta di Davide Grittani di individuare Manfredonia tra le prime tappe del suo ampio tour nazionale di presentazione del suo ultimo lavoro.  Un appuntamento che si fa esperimento per le modalità con le quali è stato concepito: un momento d’incontro tra pubblici diversi, gli amanti di letteratura, gli appassionati della musica e i cultori dell’enogastronomia di qualità. La via è quella delle azioni di audience development, le uniche in grado di aumentare la consistenza dei pubblici ed il livello di consapevolezza culturale di una comunità”.

La rampicante di Davide Grittani è una storia realmente accaduta (agli inizi degli anni Novanta) che l’autore ha ricostruito recuperando per intero fatti e misteri, mescolando con cura una trama d’altri tempi a personaggi e circostanze dei nostri giorni; una tragedia pop e shakeasperiana, una storia spietata e romantica con cui Grittani indaga le coscienze: ci siamo meritati tutto ciò che abbiamo avuto?

La rampicante racconta la piccola e maestosa epopea di Riccardo Graziosi, la sua avventura umana dall’età di 15 ai 30 anni. Nelle Marche, sospese tra Medioevo e terzo Millennio, la storia di una famiglia apparentemente come tante. Riccardo è un figlio che si ribella alle logiche del branco; Edera è una “bambina rampicante” che sente delle voci (nella testa) e inconsapevolmente dispensa saggezza; Sor Cesare è un padre che esercita la propria egemonia comprando l’affetto di chi lo circonda. La rampicante è un viaggio dentro sé stessi che sovrappone tutti gli strati della tragedia shakespeariana: la verità, l’amore, l’inganno, l’avidità, la paura, la vendetta.

Un crescendo di emozioni che, spiando dentro la scatola nera di una famiglia qualsiasi, scortica le deformazioni di una società, fatta di ipocrisia, che ignora il proprio destino. Fino a quando “la rampicante” riporta le cose al loro posto. Davide Grittani ha scritto un romanzo sull’importanza del dono, su com’è difficile riconoscerlo, su com’è arduo meritarlo e infine su com’è categorico dimenticarlo. Una trama fitta e avvincente sull’incapacità, degli uomini, di rendersi conto del privilegio che gli è stato concesso attraverso la vita: un argomento prezioso, espresso attraverso una scrittura autentica.

Lo scrittore foggiano affronta alcuni dei temi più cari alla letteratura universale, come la relazione tra padre e figlio, il rapporto dell’uomo con la giustizia e con il denaro – e quindi essenzialmente con la verità – passando per la stringente attualità di argomenti come l’adozione e il disagio infantile, fino all’atto estremo, solenne e irreversibile della donazione d’organi.

Il continuo incalzare dei fatti e l’agilità coinvolgente con cui la storia procede, riportando paradossalmente tutto al punto di partenza, suggellano il titolo del libro: La rampicante. Riccardo trascorrerà la vita a implorare comprensione e meditare vendetta, inciampando continuamente nei rami dell’edera: simbolo del destino che non scende a patti, che non accetta compromessi.

Il romanzo ripropone con coraggio e forza il dibattito sul tema dei trapianti, schierandosi piuttosto esplicitamente in favore della rivelazione dell’identità dei donatori. La rampicante è dedicato a Giancarlo Ravidà, diciannovenne investito e ucciso da un’auto pirata il 3 gennaio 2015. Morendo Giancarlo ha salvato la vita di altre nove persone, alle quali sono stati trapiantati i suoi organi vitali.

 

BIOGRAFIA DAVIDE GRITTANI

Davide Grittani (Foggia, 1970) è giornalista e scrittore. Dal 2006 al 2016 ha curato la prima mostra internazionale della letteratura italiana tradotta all’estero “Written in Italy”, che ha raccolto ed esposto (in 16 Paesi di tutti i Continenti) una biblioteca di oltre 3200 traduzioni in rappresentanza di 800 autori italiani dal 200 ad oggi, 56 lingue e 24 alfabeti: per “Written in Italy” si è aggiudicato il Premio Maria Grazia Cutuli 2010. Ha pubblicato il romanzo Rondò. Storia d’amore, tarocchi e vino (Transeuropa 1998, allora diretta da Massimo Canalini) e E invece io (Biblioteca del Vascello 2016, Torino) presentato in concorso al Premio Strega 2017. Della sua scrittura e delle sue attività si sono occupati a vario titolo Alessandro Piva, Giorgio Barberi Squarotti, Giampaolo Rugarli, Dacia Maraini, Ettore Mo, Corrado Augias, Marcello Sorgi, Wanda Marasco, Andrea Purgatori, Massimo Canalini, Fabio Geda, Roberto Pazzi, Stefano Petrocchi, Mario Sansone e Furio Colombo. La rampicante (LiberAria Editrice 2018, Bari) è il suo terzo romanzo.

 Agenzia del Turismo di Manfredonia – www.visitmanfredonia.it

Un incontro per ricordare il poeta Franco Pinto

“La Voce Del Chiamatore” è un incontro in ricordo del Poeta Franco Pinto ad un anno dalla sua scomparsa, organizzato per sabato 24 novembre (ore 18 presso il L.UC. “Peppino Impastato”)  da “Manfredonianews”. 

Saluti del Sindaco di  Manfredonia Angelo Riccardi

Interverranno
Rino Caputo– Università di Roma “Tor Vergata”
Vincenzo Luciani– giornalista e poeta
Cosma Siani– Università di Roma “Tor Vergata”
Mariantonietta Di Sabato – Curatrice dell’opera di Franco Pinto

Reciteranno brani del Poeta
Dina Valente
-Antonio del Nobile

Durante la manifestazione ci sarà la proiezione del lavoro multimediale realizzato da alcuni ragazzi del Liceo Classico “Aldo Moro” di Manfredonia, guidati dalla Professoressa Mattia Zerulo. Gli studenti con tale progetto hanno partecipato e vinto il Primo Premio al Concorso indetto dal Circolo Unione “Sguardo sulla città- storie e memorie di mare e di marinai.” Tra tutti i lavori è stato “premiato un racconto o una suggestione (con qualsiasi mezzo espressivo), che richiamino i valori dell’animo umano e la gioia di donare agli altri il proprio sapere”
“Cosa meglio della poesia stupenda di Franco Pinto poteva richiamare e richiamarci i valori dell’animo umano e la gioia di donarci il proprio sapere che a nostra volta abbiamo donato col nostro lavoro su di lui?!” ha rivelato la docente Mattia Zerulo.

La cittadinanza è invitata

Mercatino di Natale nel Chiostro di Palazzo San Domenico

L’agenzia del Turismo ed il Comune di Manfredonia intendono dare la possibilità gratuitamente di esporre prodotti artigianali a tema natalizio per stimolare l’artigianato locale. Durante 3 week end del mese di dicembre verrà allestita all’interno del Chiostro di Palazzo San Domenico una Mostra/Mercatino di Natale. Qui di seguito tutte le informazioni per iscriversi in maniera gratuita.

 

DURATA DELLA MOSTRA/MERCATINO DI NATALE:

Sabato 8 e Domenica 9 Dicembre

Sabato 15 e Domenica 16 Dicembre

Sabato 22 e Domenica 23 Dicembre

Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 22.00

 

CATEGORIE AMMESSE:

Possono partecipare a questo bando:

  • operatori commerciali;
  • artigiani e mestieranti,
  • associazioni operanti nel settore dotate di apposito statuto e atto costitutivo, presenti sul territorio del Comune di Manfredonia;
  • associazioni culturali e di quartiere attive sul territorio (purché in collaborazione con realtà locali).

 

LE TIPOLOGIE DEI GENERI ESPOSTI PER LA VENDITA AL PUBBLICO, CHE DOVRANNO ESSERE RAPPORTATE AL TEMA DEL NATALE, SARANNO LE SEGUENTI:

  • addobbi natalizi
  • artigiani del legno, stoffa, ceramica, cartapesta, ferro battuto, rame, ottone, plastica
  • giocattoli
  • libri e stampe
  • rigattieri/antiquariato
  • ariticoli da regalo
  • dolciumi
  • cioccolato e suoi derivati
  • castagne e suoi derivati
  • articoli enogastronomici
  • piante e fiori
  • Beneficenza

 

L’AGGIUDICATARIO DELLO SPAZIO DOVRÀ OCCUPARSI DI TUTTE LE ATTIVITÀ RELATIVE ALLA:

    1. Allestimento del Proprio Spazio in tema natalizio ed allestimento in condivisione degli spazi comuni;

 

  • organizzazione degli eventi di animazione del proprio spazio ed in condivisione degli spazi comuni;
  • comunicazione e pubblicizzazione delle proprie attività con l’hastag #nataleamanfredonia inserendo le info sui propri canali di comunicazione);
  • pulizia dell’area interessata.

 

 

L’AGENZIA DEL TURISMO ED IL COMUNE DI MANFREDONIA METTERANNO A DISPOSIZIONE:

  1. Spazio Gratuito
  2. Allaccio Corrente
  3. N.1 Tavolo
  4. N.3 Sedie
  5. Divisori per Creazione Spazio Personale
  6. Guardiania e controllo per gli Spazi ed i contenuti durante le ore dell’evento

Per iscriversi è bloccare il proprio spazio gratuito compilare questo modulo online:

https://goo.gl/forms/ICDDwFQOToKcuc093

NOTE IMPORTANTI: In caso di numero di richieste superiori rispetto agli spazi disponibili, e valutata la coerenza della categoria merceologica con il tema natalizio, sarà altresì nominata una commissione che definirà una graduatoria in base ai seguenti criteri: data di invio della manifestazione d’interesse; qualità dei prodotti; servizi aggiuntivi offerti (Esempio se l’espositore offre animazione e abbigliaggi natalizi per l’evento). l’Agenzia si riserva anche la possibilità di alternare più espositori durante i diversi week end.

Premio Nazionale “Virgo Fidelis” Sabato 17 Novembre

L’ ANC (Associazione Nazionale Carabinieri) Sezione di Manfredonia e l’ITE Toniolo, organizzano, per la giornata del 17/11/2018, alle ore 10:00, presso l’auditorium dell’Istituto Tecnico Economico Statale “G. Toniolo” di Manfredonia, la festa della Patrona dell’Arma dei Carabinieri “Virgo Fidelis”.

In questa ricorrenza i soggetti organizzatori intendono promuovere, favorire e valorizzare le eccellenze, il protagonismo dei cittadini del territorio.

A condurre lo spettacolo saranno Francesca IAGULLI e Ottavio DE STEFANO che daranno voce a uomini e donne, che si sono distinte per i loro meriti in campo scientifico, artistico, religioso, professionale e umano.Numerosi i premiati di questa edizione che avrà anche ospiti d’onore, la cantante Olga DONNINI,il soprano Francesca Rinaldi, l’interprete di Renato ZERO (Enzo IARULLI), il mago Hullian e altri interventi musicali ed artistici.

L’evento ha ricevuto il patrocinio di patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero di Grazia e Giustizia, della Regione Puglia, della Provincia di Foggia, del Parco Nazionale del Gargano, del Comune di Manfredonia e dell’Università LUM di Bari.

Alla cerimonia saranno presenti numerose autorità politiche, civili, religiose e militari in rappresentanza di Pubbliche Istituzioni locali e nazionali.

Il Dirigente scolastico
Prof. Pellegrino IANNELLI

Il Presidente dell’ANC
Dott. Michele TROTTA

Lello Arena, Ascanio Celestini, Beppe Vessicchio, Emilio Solfrizzi e tanti altri per #Pesopiuma la nuova stagione di prosa

Combattere con la forza della leggerezza e resistere senza mai mollare la guardia. È in arrivo “Peso Piuma”, la nuova stagione di prosa del Comune di Manfredonia organizzata in collaborazione con Bottega degli Apocrifi e Teatro Pubblico Pugliese.

“La Stagione di Prosa rappresenta un segno di continuità culturale in questa Città attraversata da priorità eterogenee: un punto fermo per la Comunità che nel Teatro Lucio Dalla possa trovare, assieme ai migliori spettacoli che abbiamo saputo immaginare, un’occasione continua di confronto e nutrimento”, afferma Angelo Riccardi, Sindaco di Manfredonia. “Peso Piuma perché il teatro quando ci invita a pensare serve a farci stare leggeri: ci impedisce di sprofondare pesanti in comode poltrone ed ascoltare come estranei storie che non ci riguardano e ci stimola a tenerci pronti per la vita”, spiega Cosimo Severo, regista della Bottega degli Apocrifi.

Dieci gli appuntamenti in programma con nomi di respiro nazionale e internazionale al Teatro “Lucio Dalla” di Manfredonia.

Si parte sabato 17 novembre con lo spettacolo fuori abbonamento “I Veryferici”, vincitore del Premio Scenario per Ustica 2017, della compagnia Shebbab Met Project.

Mercoledì 28 novembre andrà in scena “Pueblo”, un ritratto di periferia di amare speranze e poesia con Ascanio Celestini che è uno degli interpreti più amati e apprezzati del teatro di narrazione.
Dalla collaborazione tra Nunzia Antonino e Bottega degli Apocrifi nasce “Sonetti. Cantare Shakespeare” in programma il 22 dicembre.

Il pluripremiato “Imagine-toi”, con Julien Cottereau del Cirque du Soleil, farà incontrare il 5 gennaio la stagione di prosa e la rassegna teatrale dedicata alle famiglie perché capace di parlare ad un pubblico che va da 3 a 100 anni.

Il concerto “La musica fa crescere i pomodori” con Beppe Vessicchio e i Solisti del Sesto Armonico in programma l’11 gennaio. E poi la riflessione sull’identità che Plauto ci insegna in forma nuova con l’“Anfitrione” della compagnia Kismet/Teatri di Bari il 25 gennaio.
A calcare il palcoscenico del “Dalla” il 13 febbraio toccherà anche a Lello Arena con “Parenti Serpenti”, spettacolo che nel 2017 ha ricevuto il premio Camera di Commercio delle Riviere di Liguria.

Il 23 febbraio in scena “Esemplari Femminili”, di Fattoria Vittadini, che corona un intenso percorso di ricerca artistica internazionale sul tema della femminilità.

Il fascino e la magia della danza aerea, insieme a parole, musica e teatro regaleranno agli spettatori un’emozione indimenticabile l’8 marzo con “Shakespeare in dream – L’isola magica della coreografa e danzatrice italoamericana Elisa Barucchieri.

A chiudere la stagione di prosa “Peso Piuma” il 22 marzo sarà Emilio Solfrizzi con “Roger” in un’immaginaria partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi: il campionissimo Roger Federer.

“Come rappresentante del Teatro Pubblico Pugliese non posso che esprimere il mio apprezzamento per gli sforzi compiuti dall’Amministrazione comunale di Manfredonia per programmare la stagione teatrale 2018/19, nonostante le oggettive ristrettezze economiche. Si tratta di un programma molto interessante, ricco e diversificato che vede il pieno coinvolgimento della Bottega degli Apocrifi, realtà teatrale tra le più significative del territorio regionale. Questo dev’essere il teatro: luogo di cultura, di relazioni e di crescita della nostra comunità”, dichiara Giuseppe D’Urso, presidente Teatro Pubblico Pugliese.

Info e abbonamenti: Teatro/Botteghino 0884.532829 – 335.244843.
Ufficio Cultura 0884.519710 – www.comune.manfredonia.it
www.bottegadegliapocrifi.it/ – www.teatropubblicopugliese.it

LA MOSTRA: “Manfredonia e Genova immaginarie”, Gli acquarelli di Roberto Boero

LA MOSTRA | Manfredonia e Genova immaginarie | Gli acquarelli di Roberto Boero

Inaugurazione sabato 3 novembre, ore 18
Chiostro di Palazzo San Domenico, Piazza del Popolo 7- Manfredonia
La mostra resterà aperta dal 5 al 9 novembre dalle 10 alle 20

Per aiutare la ricerca in Grotta Scaloria, lo I.I.A.S. – Istituto Italiano per l’Archeologia Sperimentale di Genova con il supporto del Comune di Manfredonia ha organizzato un’esposizione degli acquarelli di Roberto Boero, architetto e affermato artista genovese che con la sua generosa donazione ha messo il proprio talento a servizio della Grotta stessa. Genova e Manfredonia condividono una lunga storia di ricerca archeologica. Fu infatti il prof. Santo Tiné, fondatore dello I.I.A.S., a scoprire e richiamare l’attenzione della comunità scientifica internazionale sulle eccezionali testimonianze di Grotta Scaloria di Manfredonia. Oggi è ancora lo stesso Istituto da lui fondato a portare avanti la ricerca ripresa nel 2007 dopo un lungo periodo di sospensione.Questa mostra è l’occasione per conoscere attraverso gli occhi dell’artista due città mediterranee accomunate dalle loro mura fatte di mare, di commerci e di antiche genti, diverse per geografia, dimensioni e carattere ma che al mare hanno sempre guardato con speranza e inquietudine. È anche l’occasione per aiutare chi vuole, con l’archeologia, dare delle risposte alle domande di una città e indagare il passato più antico del suo territorio.L’evento è a favore dello I.I.A.S. per continuare gli scavi a Grotta Scaloria, patrimonio di Manfredonia e uno dei più importanti siti archeologici del Mediterraneo. Alla mostra si potranno trovare anche i famosi pandolcini genovesi e i biscotti “Scaloriotti” fatti a mano e ispirati agli splendidi vasi di 7500 anni fa ritrovati sul fondo della grotta.

IL PROGETTO SCALORIA

Grotta Scaloria fu scoperta casualmente nel 1931 in occasione della costruzione dell’Acquedotto Pugliese. Esplorata all’epoca nella sola parte alta, è solo nel 1967 che, grazie agli speleologi di Manfredonia e del CAI di Trieste venne raggiunta la parte più profonda della grotta. In questa area Santo Tiné riconobbe l’esistenza di un rituale religioso, fino ad allora sconosciuto, collegato al “culto delle acque”, praticato intorno alla metà del VI millennio a.C. nel Neolitico, secondo un rituale che prevedeva la deposizione di vasi magnificamente decorati sotto grandi stalagmiti spezzate artificialmente, o sui tronconi di esse, con funzione di raccolta delle acque di stillicidio della volta.I primi scavi sistematici furono condotti dalle Università di Genova e della California alla fine degli anni ’70, da Santo Tiné e da Marija Gimbutas. Le ricerche rivelarono una lunga frequentazione della parte alta della grotta dal Paleolitico superiore fino alla fine del Neolitico e una fase di occupazione più intensa tra il 5400 e il 5200 a.C. epoca in cui mentre nel camerone superiore della grotta si accendevano focolari e si seppellivano i morti, nella parte più profonda si praticava il “culto delle acque”.Il progetto di edizione globale degli scavi a Grotta Scaloria – coordinato dallo I.I.A.S. e finanziato dal Cotsen Institute dell’Università della California – è culminato nel 2016 con la pubblicazione della monografia di rilievo internazionale “The Archaeology of Grotta Scaloria, Ritual in Neolithic Southeast Italy”. Le importanti acquisizioni emerse nel corso di queste ricerche e le prospettive di nuovi importanti risultati scientifici hanno reso necessario la ripresa degli scavi che lo I.I.A.S. porta avanti dal 2013 con cadenza annuale in collaborazione con la Soprintendenza della Puglia, l’Università di Genova, il Museo di Archeologia Ligure e l’Università di Cambridge, grazie anche al fondamentale e prezioso supporto del Comune di Manfredonia e alla generosità dei suoi cittadini.

L’ISTITUTO ITALIANO PER L’ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE

Lo I.I.A.S. – Istituto Italiano per l’Archeologia Sperimentale – è un ente culturale senza fini di lucro. L’Istituto è stato fondato nel 1986 da un gruppo di ricercatori, docenti universitari, archeologi, architetti e restauratori attivi in progetti di ricerca nel campo dell’archeologia sperimentale e della museologia. Oltre all’attività archeologica sul campo e all’interpretazione dei dati, l’Istituto dedica ampio spazio allo studio dei materiali e delle strutture, alla comunicazione museale, alla consulenza scientifica e alla realizzazione di specifici percorsi culturali, rivolgendo gli sforzi maggiori al coinvolgimento del pubblico al fine di renderlo partecipe e protagonista all’interno degli itinerari guidati e di laboratori dedicati alla storia e all’archeologia. Nel corso degli anni, la sinergia tra ricerca, interpretazione critica e applicazione museografica ha consentito il potenziamento della logica procedurale “dallo scavo al museo” che, da sempre, è alla base delle motivazioni culturali e sociali dell’Istituto.

I.I.A.S.
Istituto Italiano per l’ArcheologiaSperimentale
via di Vallechiara 3/11
16126 Genova
tel. 010-2513030
www.iias.it
facebook.com/iias1986