Lello Arena, Ascanio Celestini, Beppe Vessicchio, Emilio Solfrizzi e tanti altri per #Pesopiuma la nuova stagione di prosa

Combattere con la forza della leggerezza e resistere senza mai mollare la guardia. È in arrivo “Peso Piuma”, la nuova stagione di prosa del Comune di Manfredonia organizzata in collaborazione con Bottega degli Apocrifi e Teatro Pubblico Pugliese.

“La Stagione di Prosa rappresenta un segno di continuità culturale in questa Città attraversata da priorità eterogenee: un punto fermo per la Comunità che nel Teatro Lucio Dalla possa trovare, assieme ai migliori spettacoli che abbiamo saputo immaginare, un’occasione continua di confronto e nutrimento”, afferma Angelo Riccardi, Sindaco di Manfredonia. “Peso Piuma perché il teatro quando ci invita a pensare serve a farci stare leggeri: ci impedisce di sprofondare pesanti in comode poltrone ed ascoltare come estranei storie che non ci riguardano e ci stimola a tenerci pronti per la vita”, spiega Cosimo Severo, regista della Bottega degli Apocrifi.

Dieci gli appuntamenti in programma con nomi di respiro nazionale e internazionale al Teatro “Lucio Dalla” di Manfredonia.

Si parte sabato 17 novembre con lo spettacolo fuori abbonamento “I Veryferici”, vincitore del Premio Scenario per Ustica 2017, della compagnia Shebbab Met Project.

Mercoledì 28 novembre andrà in scena “Pueblo”, un ritratto di periferia di amare speranze e poesia con Ascanio Celestini che è uno degli interpreti più amati e apprezzati del teatro di narrazione.
Dalla collaborazione tra Nunzia Antonino e Bottega degli Apocrifi nasce “Sonetti. Cantare Shakespeare” in programma il 22 dicembre.

Il pluripremiato “Imagine-toi”, con Julien Cottereau del Cirque du Soleil, farà incontrare il 5 gennaio la stagione di prosa e la rassegna teatrale dedicata alle famiglie perché capace di parlare ad un pubblico che va da 3 a 100 anni.

Il concerto “La musica fa crescere i pomodori” con Beppe Vessicchio e i Solisti del Sesto Armonico in programma l’11 gennaio. E poi la riflessione sull’identità che Plauto ci insegna in forma nuova con l’“Anfitrione” della compagnia Kismet/Teatri di Bari il 25 gennaio.
A calcare il palcoscenico del “Dalla” il 13 febbraio toccherà anche a Lello Arena con “Parenti Serpenti”, spettacolo che nel 2017 ha ricevuto il premio Camera di Commercio delle Riviere di Liguria.

Il 23 febbraio in scena “Esemplari Femminili”, di Fattoria Vittadini, che corona un intenso percorso di ricerca artistica internazionale sul tema della femminilità.

Il fascino e la magia della danza aerea, insieme a parole, musica e teatro regaleranno agli spettatori un’emozione indimenticabile l’8 marzo con “Shakespeare in dream – L’isola magica della coreografa e danzatrice italoamericana Elisa Barucchieri.

A chiudere la stagione di prosa “Peso Piuma” il 22 marzo sarà Emilio Solfrizzi con “Roger” in un’immaginaria partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi: il campionissimo Roger Federer.

“Come rappresentante del Teatro Pubblico Pugliese non posso che esprimere il mio apprezzamento per gli sforzi compiuti dall’Amministrazione comunale di Manfredonia per programmare la stagione teatrale 2018/19, nonostante le oggettive ristrettezze economiche. Si tratta di un programma molto interessante, ricco e diversificato che vede il pieno coinvolgimento della Bottega degli Apocrifi, realtà teatrale tra le più significative del territorio regionale. Questo dev’essere il teatro: luogo di cultura, di relazioni e di crescita della nostra comunità”, dichiara Giuseppe D’Urso, presidente Teatro Pubblico Pugliese.

Info e abbonamenti: Teatro/Botteghino 0884.532829 – 335.244843.
Ufficio Cultura 0884.519710 – www.comune.manfredonia.it
www.bottegadegliapocrifi.it/ – www.teatropubblicopugliese.it

LA MOSTRA: “Manfredonia e Genova immaginarie”, Gli acquarelli di Roberto Boero

LA MOSTRA | Manfredonia e Genova immaginarie | Gli acquarelli di Roberto Boero

Inaugurazione sabato 3 novembre, ore 18
Chiostro di Palazzo San Domenico, Piazza del Popolo 7- Manfredonia
La mostra resterà aperta dal 5 al 9 novembre dalle 10 alle 20

Per aiutare la ricerca in Grotta Scaloria, lo I.I.A.S. – Istituto Italiano per l’Archeologia Sperimentale di Genova con il supporto del Comune di Manfredonia ha organizzato un’esposizione degli acquarelli di Roberto Boero, architetto e affermato artista genovese che con la sua generosa donazione ha messo il proprio talento a servizio della Grotta stessa. Genova e Manfredonia condividono una lunga storia di ricerca archeologica. Fu infatti il prof. Santo Tiné, fondatore dello I.I.A.S., a scoprire e richiamare l’attenzione della comunità scientifica internazionale sulle eccezionali testimonianze di Grotta Scaloria di Manfredonia. Oggi è ancora lo stesso Istituto da lui fondato a portare avanti la ricerca ripresa nel 2007 dopo un lungo periodo di sospensione.Questa mostra è l’occasione per conoscere attraverso gli occhi dell’artista due città mediterranee accomunate dalle loro mura fatte di mare, di commerci e di antiche genti, diverse per geografia, dimensioni e carattere ma che al mare hanno sempre guardato con speranza e inquietudine. È anche l’occasione per aiutare chi vuole, con l’archeologia, dare delle risposte alle domande di una città e indagare il passato più antico del suo territorio.L’evento è a favore dello I.I.A.S. per continuare gli scavi a Grotta Scaloria, patrimonio di Manfredonia e uno dei più importanti siti archeologici del Mediterraneo. Alla mostra si potranno trovare anche i famosi pandolcini genovesi e i biscotti “Scaloriotti” fatti a mano e ispirati agli splendidi vasi di 7500 anni fa ritrovati sul fondo della grotta.

IL PROGETTO SCALORIA

Grotta Scaloria fu scoperta casualmente nel 1931 in occasione della costruzione dell’Acquedotto Pugliese. Esplorata all’epoca nella sola parte alta, è solo nel 1967 che, grazie agli speleologi di Manfredonia e del CAI di Trieste venne raggiunta la parte più profonda della grotta. In questa area Santo Tiné riconobbe l’esistenza di un rituale religioso, fino ad allora sconosciuto, collegato al “culto delle acque”, praticato intorno alla metà del VI millennio a.C. nel Neolitico, secondo un rituale che prevedeva la deposizione di vasi magnificamente decorati sotto grandi stalagmiti spezzate artificialmente, o sui tronconi di esse, con funzione di raccolta delle acque di stillicidio della volta.I primi scavi sistematici furono condotti dalle Università di Genova e della California alla fine degli anni ’70, da Santo Tiné e da Marija Gimbutas. Le ricerche rivelarono una lunga frequentazione della parte alta della grotta dal Paleolitico superiore fino alla fine del Neolitico e una fase di occupazione più intensa tra il 5400 e il 5200 a.C. epoca in cui mentre nel camerone superiore della grotta si accendevano focolari e si seppellivano i morti, nella parte più profonda si praticava il “culto delle acque”.Il progetto di edizione globale degli scavi a Grotta Scaloria – coordinato dallo I.I.A.S. e finanziato dal Cotsen Institute dell’Università della California – è culminato nel 2016 con la pubblicazione della monografia di rilievo internazionale “The Archaeology of Grotta Scaloria, Ritual in Neolithic Southeast Italy”. Le importanti acquisizioni emerse nel corso di queste ricerche e le prospettive di nuovi importanti risultati scientifici hanno reso necessario la ripresa degli scavi che lo I.I.A.S. porta avanti dal 2013 con cadenza annuale in collaborazione con la Soprintendenza della Puglia, l’Università di Genova, il Museo di Archeologia Ligure e l’Università di Cambridge, grazie anche al fondamentale e prezioso supporto del Comune di Manfredonia e alla generosità dei suoi cittadini.

L’ISTITUTO ITALIANO PER L’ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE

Lo I.I.A.S. – Istituto Italiano per l’Archeologia Sperimentale – è un ente culturale senza fini di lucro. L’Istituto è stato fondato nel 1986 da un gruppo di ricercatori, docenti universitari, archeologi, architetti e restauratori attivi in progetti di ricerca nel campo dell’archeologia sperimentale e della museologia. Oltre all’attività archeologica sul campo e all’interpretazione dei dati, l’Istituto dedica ampio spazio allo studio dei materiali e delle strutture, alla comunicazione museale, alla consulenza scientifica e alla realizzazione di specifici percorsi culturali, rivolgendo gli sforzi maggiori al coinvolgimento del pubblico al fine di renderlo partecipe e protagonista all’interno degli itinerari guidati e di laboratori dedicati alla storia e all’archeologia. Nel corso degli anni, la sinergia tra ricerca, interpretazione critica e applicazione museografica ha consentito il potenziamento della logica procedurale “dallo scavo al museo” che, da sempre, è alla base delle motivazioni culturali e sociali dell’Istituto.

I.I.A.S.
Istituto Italiano per l’ArcheologiaSperimentale
via di Vallechiara 3/11
16126 Genova
tel. 010-2513030
www.iias.it
facebook.com/iias1986

Tre tesori per il futuro di Manfredonia: Stele Daunie, Coppa Nevigata, Grotta Scaloria

Secondo appuntamento del Rotary club di Manfredonia dedicato alla progettualità turistico culturale del territorio. Giovedì 8 novembre alle ore 17,30 in Aula Consiliare di Palazzo san Domenico il Rotary club di Manfredonia, con il presidente Andrea Pacilli, presenterà la conferenza pubblica dedicata alla possibilità di mettere in rete i tre grandi tesori archeologico/culturali del nostro territorio.

Dopo la giornata dedicata alla proposta pubblica per la candidatura delle Stele Daunie a patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, il giorno 8 novembre il Rotary club di Manfredonia ritorna sulla progettualità turistico culturale con un’altra manifestazione pubblica. In aula consiliare, alle 17,30, i relatori aggiorneranno circa lo stato dell’arte delle progettualità relative alla valorizzazione dei tre grandi tesori, agli unicum, di cui il territorio dispone: Stele daunie, Coppa Nevigata e Grotta Scaloria.

Se nella manifestazione del 3 ottobre era stata fatta la proposta di candidare le stele daunie a patrimonio Unesco, nella giornata dell’8 si aggiornerà sulle procedure che riguardano questo percorso complesso e difficile. Parimenti si prospetterà la possibilità di mettere a frutto in una specie di rete gli altri due tesori di Coppa Nevigata e Grotta Scaloria.

Se le stele sono custodite nel museo nazionale del Castello Svevo Angioino Aragonese di Manfredonia, chiuso da 4 anni, chiusura che impedisce da 4 anni di visitare la collezione delle stele inaugurata nel 2011, Coppa Nevigata e Grotta Scaloria sono tutte da valorizzare. Coppa Nevigata, sito ininterrottamente frequentato dal Neolitico all’età del ferro, sviluppato soprattutto nell’età del Bronzo, è studiato dall’equipe dell’Università la Sapienza del professor Alberto Cazzella. Il sito insiste sul terreno di una masseria tuttora privata ed è impossibile da visitare e soprattutto non allestito come visitabile. Grotta Scaloria, studiata dall’Istituto italiano di Archeologia Sperimentale di Genova, dall’equipe della dottoressa Isetti, è un sito neolitico di enorme importanza che raccoglie il famoso “culto delle acque” ed altri di recente scoperta. Anche Scaloria non solo non è fruibile ma si dibatte in difficolta costanti relative alla possibilità di trovare fondi che ne consentano lo studio.

Il giorno 8, il presidente del Rotary club di Manfredonia, Andrea Pacilli, aggiornerà circa la proposta candidatura Unesco delle stele daunie, proponendo fra le altre cose l’adesione pubblica al protocollo d’intesa che raccolga tutti gli enti, le istituzioni, le associazioni e i privati cittadini che vogliano sostenere il progetto e, insieme all’avvocato D’Onofrio, prospetteranno le necessità di mettere in rete tali tesori tramite una valorizzazione complessiva di essi.

L’avvocato Enzo D’Onofrio, nome storico del turismo di Capitanata (già direttore Azienda Autonoma del Turismo e Apt, e console del Touring Club), illustrerà il concetto di “tesori ritrovati” e nello specifico illustrerà le possibilità di valorizzazione prospettate dal professor Cazzella circa Coppa Nevigata.

La dottoressa Eugenia Isetti, racconterà invece di Grotta Scaloria e delle novità circa il progetto di recupero e valorizzazione da lei già proposto; la dottoressa Isetti fa sapere che ci saranno novità interessanti. Da ricordare che la Isetti sta promuovendo una raccolta fondi per lo studio di Grotta Scaloria attraverso la vendita di acquerelli dell’artista genovese Boero, tramite una mostra allestita nel chiostro di Palazzo san Domenico, alla quale si invitano i cittadini a partecipare.

Nel complesso, questa la visione che il Rotary club di Manfredonia, con tutti gli amici che stanno partecipando, vuole comunicare: i beni culturali (artistici, archeologici, monumentali, enogastronomici, letterari, ecc.) non hanno valenza solo perché culturali, ma anche perché possono svolgere un ruolo fortemente economico e produttivo mediante la loro valorizzazione, per alimentare quel turismo culturale che è la vera fonte di ricchezza del nostro Paese e del nostro territorio daunio e sipontino. Manfredonia e il territorio hanno delle ricchezze inestimabili che necessitano solamente di essere messe a frutto. Se vuole risorgere, il nostro territorio deve lavorare per questo.

Gargano bell’e bún. Vieni a guardare (e mangiare) in Puglia!

Bello, buono e sorprendente, sempre, all’improvviso, ovunque. C’è un pezzo di Puglia, il #Gargano, che lascia un segno indelebile in chi lo visita. Un viaggio sensoriale a 360° per 365 giorni l’anno, un’esperienza che riempie gli occhi di bellezza, la mente di sapere e la pancia di delizie. Il Gargano mostra la sua essenza ed il suo lato più intimo in autunno con la scoperta di imperdibili sapori autentici e preziosi saperi senza tempo. “Gargano bell’ e bún. Vieni a guardare (e mangiare) in Puglia” coniuga la cultura della tradizione culinaria e dell’artigianato tipico con l’organizzazione di percorsi urbani e laboratori esperienziali. Particolare attenzione è riservata agli antichi mestieri, espressione unica, profonda e ancestrale dell’identità dei luoghi coinvolti: Manfredonia (farrate, pettole, cartapesta e dolci tipici), Mattinata (olio e folklore), San Giovanni Rotondo (spiritualità di San Pio e tradizione lattiero-casearia) e Monte S. Angelo (pane e patrimoni Unesco). Sali a bordo con noi per scoprire la bellezza e la bontà del Gargano!
#weareinpuglia #pugliaevents #vieniamangiareinpuglia #garganobellebun

WEEKEND 03-04 NOVEMBRE 2018

3/11 San Giovanni Rotondo

– Ore 14.45 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;

– ore 15.30 Visita guidata al centro storico di San Giovanni Rotondo;

– ore 17.00 Percorso conoscitivo alla scoperta della tradizione artigianale e culinaria garganica;

– ore 17.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione e conoscenza di ricette tipiche (a base di carne podolica, formaggi e verdure del Gargano) e degustazione presso il Ristorante “Trepuntozero”.

4/11 Manfredonia

– Ore 9.30 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;

– ore 10.00 Cantieri aperti e incontro con i Maestri d’ascia;

– ore 11.30 Visita guidata al centro storico di Manfredonia;

– ore 13.00 Laboratorio sensoriale di valorizzazione e conoscenza di ricette tipiche (farrata e vino novello) presso “Casa della Farrata” e” Bottega del Vino”.

WEEKEND 24-25 NOVEMBRE 2018

24/11 Monte S. Angelo

– Ore 14.30 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;

– ore 15.30 Visita guidata all’Abbazia e agli eremi di Pulsano e centro storico di Monte S. Angelo;

– ore 17.00 Percorso conoscitivo alla scoperta della tradizione artigianale e culinaria di Monte S. Angelo (pane e prodotti da forno);

– ore 17.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione e conoscenza del pane di Monte S. Angelo presso “Forno Taronna – Non solo pane”.

25/11 Mattinata

– Ore 9.15 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;

– ore 10.00 Percorso escursionistico attraverso i paesaggi e gli uliveti della piana di Mattinata;

– ore 11.30 Visita ad un frantoio con annesso museo presso “Agriturismo Giorgio”;

– ore 13.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione dell’olio locale ed orientamento al consumo con aperitivo rurale presso “Mattinatella Beach”;

– ore 16.00 Visita al “Centro Arte e Tradizioni popolari”.

WEEKEND 08-09 DICEMBRE 2018

08/12 Manfredonia

– Ore 16.45 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;

– ore 17.00 Apertura straordinaria delle Ex Fabbriche di San Francesco;

– ore 17.30 Laboratorio con maestro cartapestaio per la realizzazione di pupi del Presepe ed addobbi natalizi presso Ex Fabbriche di San Francesco;

– ore 19.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione dei prodotti tipici: (pettole e vin cotto di fichi d’india) con degustazione presso “Casa della Farrata”;

– ore 20.30 Video mapping ed istallazioni luminose su palazzo San Domenico e in Piazza del Popolo.

09/12 Manfredonia

– Ore 9.30 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;

– ore 10.00 Visita guidata al Castello e al Parco Archeologico di Siponto;

– ore 12.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione dei prodotti tipici: (cioccolato aromatizzato al miele del Gargano, mandorle della Piana di Macchia e agrumi di Rodi Garganico) presso “Gelateria Marea”;

– ore 15.00 Laboratorio sensoriale di valorizzazione dei prodotti tipici (cartellate, calzoncelli e pettole) con degustazione accompagnata dal Limoncino del Gargano presso “Casa del Dolce”;

– ore 17.00 Apertura straordinaria delle Ex Fabbriche di San Francesco con esibizione live di artisti locali.

La partecipazione all’evento, rientrante nel programma di attività “InPuglia365 2018-2019”, è GRATUITA (fino ad esaurimento posti) ed è possibile prenotarsi alle singole giornate separatamente.

👉Iscrizioni tramite il link:
🌐http://www.coworkingsmartlab.com/garganobellebun/

👉Per maggiori informazioni:
📧garganobb.smartlab@gmail.com – 📞+39 3336604102

Sogno di un pomeriggio d’autunno

Bottega degli Apocrifi incontra la città per presentare “Favolosamente Vera”, la rassegna teatrale dedicata a bambini e famiglie in programma da novembre 2018 a marzo 2019.

Fate attenzione ai sogni: possono avverarsi. È accaduto nel 2001 a un gruppo di studenti che frequentava l’Università di Bologna. quando fondarono una compagnia che prese il nome dal primo lavoro messo in scena tratto dai Vangeli Apocrifi. Il caso ha voluto che quegli studenti, provenienti da diverse parti d’Italia, si trasferissero in Puglia, a Manfredonia. E che qui iniziassero a coltivare il deserto e la fantasia. Non hanno mai smesso di farlo e. dal 2008. abitano il teatro della città con una residenza teatrale.

«C’è una differenza minuscola e sostanziale tra programmare dentro uno spazio e programmare per uno spazio. Il nostro lavoro quotidiano punta tutto sul valore di questa differenza». afferma Cosimo Severo. regista della Bottega degli Apocrifi.

La compagnia lavora da sempre con la comunità locale ed è per questo che ogni anno presenta alla città le nuove attività. Lunedì 5 novembre alle 19.30 appuntamento al teatro comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia per vivere la magica atmosfera del “Sogno di un pomeriggio d’autunno”. È questo il titolo scelto, parafrasando Shakespeare, per l’incontro di presentazione alla città della rassegna teatrale “Favolosamente vera”.

«Incontrare i referenti della comunità educante prima dell’inizio della rassegna per bambini e famiglie ci permette di dedicare un momento prezioso alle ragioni che guidano una scelta, ci consente di mettere a fuoco il desiderio di scambio tra la qualità artistica degli spettacoli e i bisogni emersi da chi quegli spettacoli è invitato a guardarli e farli propri», spiega Stefania Marrone, drammaturga della Bottega degli Apocrifi.

La nuova stagione dedicata ai bambini e alle famiglie riserva tante sorprese e porta con sé il racconto di un evento inedito: un altro sogno che si avvera.

Intorno a questa ormai attesa finestra dedicata alle nuove generazioni è nato, infatti, un partenariato d’eccezione, che ha permesso una programmazione di altissima qualità portando a Manfredonia anche spettacoli internazionali.

«È successo che l’azienda Silac ha voluto sostenere. diventando un vero e proprio partner di progetto assieme alla Compagnia Bottega degli Apocrifi. la realizzazione della rassegna “Favolosamente Vera” e del Festival di Teatro delle Scuole “con gli Occhi Aperti” per i prossimi tre anni». racconta Severo della Bottega degli Apocrifi.

In un momento storico in balia di priorità sempre più materiali, un’azienda privata ha scelto di investire in cultura e nelle nuove generazioni, contribuendo a migliorare la qualità della vita di questo territorio, permettendo un respiro più ampio all’offerta culturale dedicata a ragazzi e bambini che di quel territorio sono il futuro.

All’incontro del 5 novembre parteciperanno Cosimo Severo e Stefania Marrone per la Bottega degli Apocrifi, il Sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, la responsabile marketing Silac Angela Leone e la marketing assistant Silac Rosa Di Candia.

«Il teatro, quando è fatto bene, si fonda sempre sulla relazione: relazione tra personaggi perché la storia funzioni, relazione tra attori e spettatori perché lo spettacolo abbia ragion d’essere e, anche, relazione tra una programmazione e la sua Comunità di riferimento perché il teatro custodisca il suo valore di rituale collettivo», chiosano gli organizzatori.

“Favolosamente vera” è inserita all’interno del progetto Teatri del Gargano. sostenuto dalla Regione Puglia tramite l’Avviso a presentare iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche – FSC Fondo di Sviluppo e coesione 2014/2020 – Patto per la Puglia.

L’incontro è ad ingresso libero. La cittadinanza tutta e la stampa sono invitate a partecipare.

“Maddalena via del gusto” il percorso enogastronomico del 31 ottobre a Manfredonia

Quasi tutto pronto per Maddalena Via Del Gusto – Speciale Hallowen e ultime ore per accaparrarsi i ticket e la possibilità di vivere il territorio in modo inedito. Il percorso consisterà nella degustazione di 5 pietanze, offerte dai ristoranti in loco e due degustazioni di vino (Casa Vinicola Sanpaolo – Cantine Terre Federiciane)

Ecco a voi il #MENU‘:

Coppola Rossa: Cicatelli asparagi e cozze.

Bacco Tabacco E Venere: Purea di fave con rape e crostino al rosmarino.

Calamarando: Pan Cotto Di Mare.
Baciati dal mare: Cips di zucca con formaggio morbido alle erbe e guanciale croccante.

Osteria Boccolicchio: Mandarla, latte e crumble.

Costo del Ticket € 12,00.

I bambini saranno i grandi protagonisti della serata di Maddalena Via del Gusto – speciale Hallowen a partire dal box menù pensato appositamente per loro.
Ecco cosa troveranno dentro il KIDS MENU’ (presso De Gustibus) – al costo di soli € 3,00:
Pizzetta stregata a cura di De Gustibus
Muffin al cioccolato di Pasta Fresca Ciangularie
Yogurt alla frutta di Posta La Via Fattoria

Inoltre i più piccoli saranno travolti dallo shooting fotografico “mostruoso” a cura di Salvatore Favia Fotografer e “dolcetto o scherzetto” in compagnia delle libraie di Nella pancia della balena.

E’ prevista anche una degustazione GLUTEN FREE in partnership con la Farmacia Centrale Murgo. Per l’occasione lo Chef Marco Spano di Soul Kitchen “cibo per l’anima” preparerà dei sandwich con Porchetta Garganica e salsa demi glaces, che verranno accompagnati da dolcini mignon del laboratorio artigianale Gustami di Cerignola ed un bicchiere di vino .

Ticket degustazione Gluten FREE € 4,00.

L’evento è organizzato dal’agenzia Comunica – creative company.

PUNTI PREVENDITA

Manfredonia: Infopoint Gal Daunofantino – Piazzetta Mercato, tel. 0884271903

Presso i 5 Ristoranti aderenti (Coppola Rossa, Baciati dal Mare, Bacco Tabacco e Venere, Osteria Boccolicchio e Calamarando)

Foggia: Gelateria Gabrielino, Piazza Umberto Giordano, tel. 0881720970

Mattinata: Gelateria Gabrielino, Via Giuseppe Garibaldi, 4-6, tel. 0884559444

G. Rotondo: Lab. Urb.ArteFacendo – Via P. Luigi Amigò,tel. 3669404991
Monte Sant’Angelo: Bayron Caffè – Via Manfredi 19, tel. 3470740297

Prevendita ticket Gluten Free – Farmacia Centrale Murgo – Manfredonia, tel. 0884582029 e INFOPOINT, Piazzetta Mercato 9.

——————————————–

Per ulteriori informazioni
Tel. + 3483238233

mail to: info@maddalenaviadegusto.it
www.maddalenaviadelgusto.it
www.facebook.com/maddalenaviadelgusto/

www.facebook.com/comunicacreativecompany/

https://www.instagram.com/maddalenaviadelgusto/?hl=it

Auto d’epoca nella Bellezza

Storia, cultura e passione. E’ condensato negli elementi della sua denominazione, il significato della manifestazione in cui, a Manfredonia, vengono nuovamente coniugate la promozione turistica con l’amore per le auto d’epoca.

Domenica 21 ottobre il “Club X1\9 Italia” – con la collaborazione del Comune di Manfredonia, dell’Agenzia del Turismo, delle Associazioni “Club auto e moto storiche sipontino ” e “Vespisti Sipontini” – propone un evento dal forte appeal promozionale del territorio di Manfredonia con una prospettiva accattivante. Quella di un viaggio slow a bordo di auto d’epoca tra le bellezze ed il patrimonio storico-artistico-culturale, a cui prenderanno parte una trentina di equipaggi provenienti da Campania, Abruzzo, Umbria, Lazio e tutta la Puglia.

Una manifestazione nazionale – giunta alla sua 14^ edizione – che è molto più di una semplice gita fuori porta d’inizio autunno e di un nutrito e qualificato raduno di appassionati. I partecipanti saranno guidati alla scoperta di tesori quali l’Abbazia di San Leonardo, gli Ipogei Capparelli ed il Parco archeologico di Siponto, oltre che del “Marina del Gargano (luogo di partenza del tour) e delle immancabili tipicità dell’enogastronomia locale.

Occasione che conferma la predisposizione di Manfredonia ad essere attrattiva ed accogliente durante tutto l’arco dell’anno e del crescente interesse turistico da parte di nuovi target di ospiti. Per i residenti, l’opportunità di ammirare da vicino auto (di pregevole livello estetico) che hanno fatto la storia del made in Italy famoso in tutto il mondo e salutare l’allegra carovana che attraverserà festosamente la città.

 

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

ore 8.30 incontro c/o Porto Turistico “Marina del Gargano”

ore 9.30 partenza per Abbazia di San Leonardo             

ore 11 partenza per Ipogei Capparelli

ore 12.30 partenza per Basilica di Siponto

a seguire pranzo conviviale c\o “Ristorante Reginella” -“Marina del Gargano”

Tour del Gargano in 500: Tra Manfredonia, Vieste, Peschici e Rodi

il “Fiat500 Club Italia – Coordinamento di Manfredonia” visto il successo della precedente edizione, organizza il “Tour del Gargano in 500” tra alcune delle Città del Gargano.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:
– Raduno ore 8.00 presso Porto turistico Marina del Gargano
– Partenza ore 8.30 dal Porto verso Vieste
– Arrivo a Vieste previsto per le ore 10.30 / sosta statica
– Partenza da Vieste verso Rodi alle ore 11.30
– Arrivo a Rodi (zona Porto turistico) previsto per le ore 12.00
– Partenza da Rodi verso Peschici alle ore 13.00
– Arrivo a Peschici previsto per le ore 13.30
– Pranzo a Peschici presso il Ristorante “Pane e vino”
– Partenza da Peschici verso Manfredonia previsto per le ore 17.00
– Arrivo a Manfredonia previsto per le ore 18.00 presso “La Roca” (lungomare del sole presso
Palazzo del Comune)

Gli Obiettivi dell’Associazione sono:
– diffondere e mantenere vivo l’interesse per la Fiat 500 nella sua valenza di fenomeno
sociale e di costume
– favorire nel comune amore per la Fiat 500 l’amicizia e la solidarietà tra le persone,
senza alcuna distinzione di età, estrazione sociale , censo, nazionalità o razza
– creare e promuovere occasioni di incontro e confronto fra gli amatori della Fiat 500
– promuovere ed attuare iniziative volte alla conservazione della capacità di
circolazione e funzionalità su strada delle autovetture Fiat 500

Giornate Europee Del Patrimonio, Il Programma Di Manfredonia (Castello E Parco Di Siponto)

Il prossimo week end, venerdì, sabato e domenica 21-22-23 settembre 2018, il Castello svevo
angioino di Manfredonia e il Parco Archeologico Santa Maria Maggiore di Siponto saranno il
contenitore di un ricco programma di iniziative: “Musei in Versi” e Giornate Europee del Patrimonio
2018 con il progetto “L’arte di condividere”. Un fine settimana dedicato agli incontri e ai dibattiti con la cittadinanza e con la comunità scolastica, di cui lo scopo sarà di costruire legami più stretti e significativi fra i luoghi della cultura e il territorio, la comunità, le associazioni e le genti che essi rappresentano.

Venerdì sera dalle ore 20:00 in “Musei in Versi” sarà presentato il libro “Con tutto l’amore che ho”,
autore Padre Andrea Tirelli. Il frate de-scrittore più che scrittore, come ama definirsi, alternando tempi di lavoro di parrocchia con la passione per la scrittura, pone la parola fine al suo secondo lavoro. Un romanzo fortemente influenzato dalla sua esperienza parrocchiale che, alternando ilarità a momenti di profonda commozione, racconta uno spaccato di ordinaria vita di periferia con protagonisti due personaggi diametralmente opposti che concedendosi la possibilità di conoscersi finiscono per scoprire la reciproca bellezza che li porterà a fondersi in un’unica storia. Il suo primo romanzo “Il Viaggio di ritorno”, con le sue oltre 1600 copie vendute, ha raggiunto l’obiettivo di aver dato inizio alla costituzione di un fondo di nano-credito a favore di soggetti non bancabili ormai noto come “Ti presto fiducia”, torna con la pubblicazione di questo nuovo romanzo.

Sabato mattina, Giornate Europee del Patrimonio 2018.
Le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) sono una manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio
d’Europa e dalla Commissione Europea. In Italia vi aderiscono i luoghi della cultura statali, i musei
civici, gallerie, fondazioni e associazioni.

l tema dell’edizione 2018 “L’Arte di condividere” (The Art of Sharing) riprende e sviluppa quello
promosso da ICOM per la Giornata internazionale dei musei 2018 e adottato dal Ministero per i beni e
le attività culturali in occasione della Festa dei Musei, nell’ottica di costruire legami più stretti e
significativi fra i luoghi della cultura e i territori, le comunità, le associazioni e le genti che essi
rappresentano. Quest’anno, il Museo Nazionale di Manfredonia ed il Parco Archeologico di Siponto,
facente parte del MiBAC – Polo Museale della Puglia, focalizzano l’interesse sull’importanza
dell’insegnamento e dell’associazionismo come opere essenziali nell’arte della condivisione, dedicando
queste giornate alla memoria del segretario dell’Associazione di volontariato “Alternativa Arte” e
docente di storia dell’arte, Arturo Claudio Girardi.

A partire dalle ore 9:00, appuntamento presso la sala “Torre Annunziata” del Castello dove il Direttore
del Museo, Alfredo de Biase, aprirà la giornata con i saluti istituzionali.
Dalle ore 10.00 alle ore 11.00, i relatori Lorenzo Attanasio, Responsabile S.C.N. per il Museo, Michela
Serafino e Loredana Mondelli, volontarie S.C.N. presenteranno i progetti realizzati nel Castello di
Manfredonia durante l’anno 2017/2018 con la collaborazione del Servizio Civile Nazionale.
Dalle ore 11:00 alle ore 11:30, Nino Passiante, Presidente di Italia Nostra – Sez. Foggia, presenterà il lavoro svolto durante quest’anno dall’Associazione.

Dalle ore 11.30 alle 13.:00, Arturo Claudio Girardi, Docente di storia dell’arte e segretario
dell’Associazione “Alternativa Arte”, argomenterà sul tema dell’associazionismo come opera
essenziale dell’arte attraverso le testimonianze della Prof.ssa Piera Fattibene, Dirigente Liceo
Scientifico “G.Marconi” – Foggia; della Prof.ssa Roberta Cassano, Dirigente I.I.S.S. “Giannone-Masi” –
Foggia; di Aldo Bruno, Presidente Centro Servizi Volontariato della Provincia di Foggia e del resto dei
colleghi e membri appartenente ad “Alternativa Arte”.

Orari di apertura

Castello svevo angioino di Manfredonia Parco Archeologico di Siponto

21 settembre dalle ore 08:30 alle ore 23:00 21 settembre dalle ore 12:30 alle ore 21.30
(ultimo ingresso alle 22.00) (ultimo ingresso alle 21:00)

22 settembre dalle ore 9:00 alle ore 23:00 22 settembre dalle ore 08:30 alle ore 24:30
(ultimo ingresso alle 22.00) (ultimo ingresso alle 23:30)

23 settembre dalle ore 10:00 alle ore 20:00 23 settembre dalle ore 8:30 alle ore 21:30
(ultimo ingresso alle 19:00) (ultimo ingresso alle 21:00)

il 7 Settembre presso il Castello di Manfredonia “Il cibo ai tempi di Federico II e di suo figlio Manfredi”

Il 2018, Anno dei Cibo italiano, nasce da una direttiva del Ministro per esaltare il patrimonio enogastronomico italiano e la cucina di qualità, rendendoli strumenti di scoperta di una parte fondamentale del nostro patrimonio culturale. Patrimonio ricchissimo, grazie alla differenziazione dei sapori e delle varietà degli stessi alimenti, figli della straordinarietà geografica e storica dell’Italia. Per l’occasione il Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia, il 7 settembre, nell’ambito del proprio programma di valorizzazione 2018 , organizza il convegno “Il cibo ai tempi di Federico II e di suo figlio Manfredi” seguito dalla degustazione cibi offerti dalla Tenuta Coppadoro.

Programma del convegno e momenti di convivialità:
IL CIBO COME IDENTITA’ CULTURALE NEL MEDIOEVO, introduzione del Alfredo de Biase direttore del Museo Archeologico Nazionale di Manfredonia e del Parco Archeologico di Siponto;
ARCHEOLOGIA E STORIA DELL’ALIMENTAZIONE IN ETA’ SVEVA, intervento a cura di Pasquale Favia professore presso l’Università degli Studi di Foggia;

LA CERAMICA E L’ALIMENTAZIONE NELLA CAPITANATA BASSOMEDIEVALE, intervento a cura di Vincenzo Valenzano, ricercatore presso l’Università degli Studi di Foggia. Al seguito della conferenza, assaggi di alcuni prodotti usati in epoca medievale saranno offerti sul panoramico Bastione dell’Annunziata del Castello dalla Tenuta Coppadoro con la partecipazione dell’Associazione Italiana Somelier.
L’anno del cibo diventa, così, un’occasione speciale per permettere all’intera Provincia di Foggia di conoscere meglio come funziona la filiera agro-alimentare, i vantaggi dell’agricoltura biologica, le tendenze del cibo, la valorizzazione dei piatti famosi e lo stretto legame fra l’arte ed il cibo nella nostra tradizione.