Auto d’epoca nella Bellezza

Storia, cultura e passione. E’ condensato negli elementi della sua denominazione, il significato della manifestazione in cui, a Manfredonia, vengono nuovamente coniugate la promozione turistica con l’amore per le auto d’epoca.

Domenica 21 ottobre il “Club X1\9 Italia” – con la collaborazione del Comune di Manfredonia, dell’Agenzia del Turismo, delle Associazioni “Club auto e moto storiche sipontino ” e “Vespisti Sipontini” – propone un evento dal forte appeal promozionale del territorio di Manfredonia con una prospettiva accattivante. Quella di un viaggio slow a bordo di auto d’epoca tra le bellezze ed il patrimonio storico-artistico-culturale, a cui prenderanno parte una trentina di equipaggi provenienti da Campania, Abruzzo, Umbria, Lazio e tutta la Puglia.

Una manifestazione nazionale – giunta alla sua 14^ edizione – che è molto più di una semplice gita fuori porta d’inizio autunno e di un nutrito e qualificato raduno di appassionati. I partecipanti saranno guidati alla scoperta di tesori quali l’Abbazia di San Leonardo, gli Ipogei Capparelli ed il Parco archeologico di Siponto, oltre che del “Marina del Gargano (luogo di partenza del tour) e delle immancabili tipicità dell’enogastronomia locale.

Occasione che conferma la predisposizione di Manfredonia ad essere attrattiva ed accogliente durante tutto l’arco dell’anno e del crescente interesse turistico da parte di nuovi target di ospiti. Per i residenti, l’opportunità di ammirare da vicino auto (di pregevole livello estetico) che hanno fatto la storia del made in Italy famoso in tutto il mondo e salutare l’allegra carovana che attraverserà festosamente la città.

 

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

ore 8.30 incontro c/o Porto Turistico “Marina del Gargano”

ore 9.30 partenza per Abbazia di San Leonardo             

ore 11 partenza per Ipogei Capparelli

ore 12.30 partenza per Basilica di Siponto

a seguire pranzo conviviale c\o “Ristorante Reginella” -“Marina del Gargano”

Tour del Gargano in 500: Tra Manfredonia, Vieste, Peschici e Rodi

il “Fiat500 Club Italia – Coordinamento di Manfredonia” visto il successo della precedente edizione, organizza il “Tour del Gargano in 500” tra alcune delle Città del Gargano.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:
– Raduno ore 8.00 presso Porto turistico Marina del Gargano
– Partenza ore 8.30 dal Porto verso Vieste
– Arrivo a Vieste previsto per le ore 10.30 / sosta statica
– Partenza da Vieste verso Rodi alle ore 11.30
– Arrivo a Rodi (zona Porto turistico) previsto per le ore 12.00
– Partenza da Rodi verso Peschici alle ore 13.00
– Arrivo a Peschici previsto per le ore 13.30
– Pranzo a Peschici presso il Ristorante “Pane e vino”
– Partenza da Peschici verso Manfredonia previsto per le ore 17.00
– Arrivo a Manfredonia previsto per le ore 18.00 presso “La Roca” (lungomare del sole presso
Palazzo del Comune)

Gli Obiettivi dell’Associazione sono:
– diffondere e mantenere vivo l’interesse per la Fiat 500 nella sua valenza di fenomeno
sociale e di costume
– favorire nel comune amore per la Fiat 500 l’amicizia e la solidarietà tra le persone,
senza alcuna distinzione di età, estrazione sociale , censo, nazionalità o razza
– creare e promuovere occasioni di incontro e confronto fra gli amatori della Fiat 500
– promuovere ed attuare iniziative volte alla conservazione della capacità di
circolazione e funzionalità su strada delle autovetture Fiat 500

Giornate Europee Del Patrimonio, Il Programma Di Manfredonia (Castello E Parco Di Siponto)

Il prossimo week end, venerdì, sabato e domenica 21-22-23 settembre 2018, il Castello svevo
angioino di Manfredonia e il Parco Archeologico Santa Maria Maggiore di Siponto saranno il
contenitore di un ricco programma di iniziative: “Musei in Versi” e Giornate Europee del Patrimonio
2018 con il progetto “L’arte di condividere”. Un fine settimana dedicato agli incontri e ai dibattiti con la cittadinanza e con la comunità scolastica, di cui lo scopo sarà di costruire legami più stretti e significativi fra i luoghi della cultura e il territorio, la comunità, le associazioni e le genti che essi rappresentano.

Venerdì sera dalle ore 20:00 in “Musei in Versi” sarà presentato il libro “Con tutto l’amore che ho”,
autore Padre Andrea Tirelli. Il frate de-scrittore più che scrittore, come ama definirsi, alternando tempi di lavoro di parrocchia con la passione per la scrittura, pone la parola fine al suo secondo lavoro. Un romanzo fortemente influenzato dalla sua esperienza parrocchiale che, alternando ilarità a momenti di profonda commozione, racconta uno spaccato di ordinaria vita di periferia con protagonisti due personaggi diametralmente opposti che concedendosi la possibilità di conoscersi finiscono per scoprire la reciproca bellezza che li porterà a fondersi in un’unica storia. Il suo primo romanzo “Il Viaggio di ritorno”, con le sue oltre 1600 copie vendute, ha raggiunto l’obiettivo di aver dato inizio alla costituzione di un fondo di nano-credito a favore di soggetti non bancabili ormai noto come “Ti presto fiducia”, torna con la pubblicazione di questo nuovo romanzo.

Sabato mattina, Giornate Europee del Patrimonio 2018.
Le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) sono una manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio
d’Europa e dalla Commissione Europea. In Italia vi aderiscono i luoghi della cultura statali, i musei
civici, gallerie, fondazioni e associazioni.

l tema dell’edizione 2018 “L’Arte di condividere” (The Art of Sharing) riprende e sviluppa quello
promosso da ICOM per la Giornata internazionale dei musei 2018 e adottato dal Ministero per i beni e
le attività culturali in occasione della Festa dei Musei, nell’ottica di costruire legami più stretti e
significativi fra i luoghi della cultura e i territori, le comunità, le associazioni e le genti che essi
rappresentano. Quest’anno, il Museo Nazionale di Manfredonia ed il Parco Archeologico di Siponto,
facente parte del MiBAC – Polo Museale della Puglia, focalizzano l’interesse sull’importanza
dell’insegnamento e dell’associazionismo come opere essenziali nell’arte della condivisione, dedicando
queste giornate alla memoria del segretario dell’Associazione di volontariato “Alternativa Arte” e
docente di storia dell’arte, Arturo Claudio Girardi.

A partire dalle ore 9:00, appuntamento presso la sala “Torre Annunziata” del Castello dove il Direttore
del Museo, Alfredo de Biase, aprirà la giornata con i saluti istituzionali.
Dalle ore 10.00 alle ore 11.00, i relatori Lorenzo Attanasio, Responsabile S.C.N. per il Museo, Michela
Serafino e Loredana Mondelli, volontarie S.C.N. presenteranno i progetti realizzati nel Castello di
Manfredonia durante l’anno 2017/2018 con la collaborazione del Servizio Civile Nazionale.
Dalle ore 11:00 alle ore 11:30, Nino Passiante, Presidente di Italia Nostra – Sez. Foggia, presenterà il lavoro svolto durante quest’anno dall’Associazione.

Dalle ore 11.30 alle 13.:00, Arturo Claudio Girardi, Docente di storia dell’arte e segretario
dell’Associazione “Alternativa Arte”, argomenterà sul tema dell’associazionismo come opera
essenziale dell’arte attraverso le testimonianze della Prof.ssa Piera Fattibene, Dirigente Liceo
Scientifico “G.Marconi” – Foggia; della Prof.ssa Roberta Cassano, Dirigente I.I.S.S. “Giannone-Masi” –
Foggia; di Aldo Bruno, Presidente Centro Servizi Volontariato della Provincia di Foggia e del resto dei
colleghi e membri appartenente ad “Alternativa Arte”.

Orari di apertura

Castello svevo angioino di Manfredonia Parco Archeologico di Siponto

21 settembre dalle ore 08:30 alle ore 23:00 21 settembre dalle ore 12:30 alle ore 21.30
(ultimo ingresso alle 22.00) (ultimo ingresso alle 21:00)

22 settembre dalle ore 9:00 alle ore 23:00 22 settembre dalle ore 08:30 alle ore 24:30
(ultimo ingresso alle 22.00) (ultimo ingresso alle 23:30)

23 settembre dalle ore 10:00 alle ore 20:00 23 settembre dalle ore 8:30 alle ore 21:30
(ultimo ingresso alle 19:00) (ultimo ingresso alle 21:00)

il 7 Settembre presso il Castello di Manfredonia “Il cibo ai tempi di Federico II e di suo figlio Manfredi”

Il 2018, Anno dei Cibo italiano, nasce da una direttiva del Ministro per esaltare il patrimonio enogastronomico italiano e la cucina di qualità, rendendoli strumenti di scoperta di una parte fondamentale del nostro patrimonio culturale. Patrimonio ricchissimo, grazie alla differenziazione dei sapori e delle varietà degli stessi alimenti, figli della straordinarietà geografica e storica dell’Italia. Per l’occasione il Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia, il 7 settembre, nell’ambito del proprio programma di valorizzazione 2018 , organizza il convegno “Il cibo ai tempi di Federico II e di suo figlio Manfredi” seguito dalla degustazione cibi offerti dalla Tenuta Coppadoro.

Programma del convegno e momenti di convivialità:
IL CIBO COME IDENTITA’ CULTURALE NEL MEDIOEVO, introduzione del Alfredo de Biase direttore del Museo Archeologico Nazionale di Manfredonia e del Parco Archeologico di Siponto;
ARCHEOLOGIA E STORIA DELL’ALIMENTAZIONE IN ETA’ SVEVA, intervento a cura di Pasquale Favia professore presso l’Università degli Studi di Foggia;

LA CERAMICA E L’ALIMENTAZIONE NELLA CAPITANATA BASSOMEDIEVALE, intervento a cura di Vincenzo Valenzano, ricercatore presso l’Università degli Studi di Foggia. Al seguito della conferenza, assaggi di alcuni prodotti usati in epoca medievale saranno offerti sul panoramico Bastione dell’Annunziata del Castello dalla Tenuta Coppadoro con la partecipazione dell’Associazione Italiana Somelier.
L’anno del cibo diventa, così, un’occasione speciale per permettere all’intera Provincia di Foggia di conoscere meglio come funziona la filiera agro-alimentare, i vantaggi dell’agricoltura biologica, le tendenze del cibo, la valorizzazione dei piatti famosi e lo stretto legame fra l’arte ed il cibo nella nostra tradizione.

Peppe Zullo e Santino Caravella per “Migliorarsi a piccoli passi 2018” a Manfredonia il 16 Settembre

I bimbi di età compresa tra i 6 e i 10 anni e i team di professionisti (composti ciascuno da parrucchiere, fotografo, visagista e costumista) stanno scegliendo il loro trend e si preparano ad invadere la città del Golfo.

Le venti squadre che parteciperanno alla terza edizione di “Migliorarsi a piccoli passi”, la grande manifestazione di piazza rivolta ai bambini di Capitanata, si stanno formando. I bimbi di età compresa tra i 6 e i 10 anni e i team di professionisti (composti ciascuno da parrucchiere, fotografo, visagista e costumista) stanno scegliendo il loro trend e si preparano ad invadere Manfredonia. Sarà infatti la città sipontina ad ospitare quest’anno la giornata dedicata al “bello”. La data fissata è il 16 settembre.

L’obiettivo della manifestazione è quello di insegnare a duecento piccoli cittadini a porre in risalto tutto quanto li circonda, partendo da se stessi, attraverso la trasformazione del proprio aspetto e l’inserimento nel contesto in cui vivono, osservando e quindi cercando di valorizzare le vie, le piazze e gli angoli della città in cui vivono o che li accoglie per un giorno.

Ogni squadra trasformerà in set fotografico una precisa location a cui sono abbinati un trend e un colore, imparando così a conoscere, attraverso il gioco e l’aiuto di esperti, il patrimonio storico, artistico e architettonico di Manfredonia. Si offrirà ai bambini la possibilità di guardare con occhi nuovi l’ambiente circostante e quindi a rispettarlo.

Ma non è tutto, perché l’edizione 2018 si arricchisce di un altro elemento formativo importante: l’educazione alimentare. Ai giochi e ai laboratori con i colori, si aggiunge quest’anno un’iniziativa dedicata alla conoscenza del cibo con la guida della nutrizionista Antonella Riccelli. Il tutto, come sempre, all’insegna del divertimento grazie alla presenza del comico e cantante foggiano Santino Caravella che spiegherà, attraverso un momento di spettacolo, l’importanza di nutrirsi in modo salutare. La tematica si allargherà con l’intervento del noto chef orsarese Peppe Zullo.

Nel primo pomeriggio si allestiranno i venti set fotografici sparsi per la città, dove si creeranno i vari “trend” (etnico, elegante, punk, romantico, hippie, ecc.) abbinati a uno scorcio o ad un monumento di Manfredonia.

L’ideatore della manifestazione è il lookmaker Carlo Ventola, che anche quest’anno si avvale della collaborazione di Federmoda Confcommercio Foggia, la cui presidente, Marina Corvino è coorganizzatrice. Il progetto gode inoltre del patrocinio del Comune di Manfredonia e dell’Agenzia del Turismo di Manfredonia, quale partner.

La partecipazione è aperta a professionisti e bambini di tutta la Capitanata. Per iscriversi basta andare sul sito migliorarsiapiccolipassi.com e compilare l’apposito modulo.

È previsto un premio di mille euro per il team che avrà realizzato gli scatti fotografici che avranno rappresentato meglio lo spirito dell’iniziativa e i valori che vuole trasmettere, e che quindi saranno riusciti a esaltare, a valorizzare e a raffigurare il “bello” nel suo insieme. A valutare il materiale fotografico saranno una Giuria tecnica e una popolare su Facebook, alla pagina Migliorarsi, dove saranno pubblicate tutte le immagini. Prevista, come gli altri anni, anche la realizzazione di un book che raccoglierà tutte le foto.

Scopri come iscrivere i tuoi bambini –> https://migliorarsiapiccolipassi.com/

Arisa alla 182^ Festa Patronale di Manfredonia

Saranno il talento artistico a tutto tondo e l’originalità di un variegato repertorio musicale a contraddistinguere il principale concerto della 182^ Festa patronale in onore di Maria SS. di Siponto. L’ospite che calcherà il palco di Piazza Papa Giovanni XXIII a Manfredonia il prossimo 31 agosto (ore 22.30), sarà Arisa che con il suo tour estivo è in giro in tutt’Italia. Ad annunciarlo sono l’Agenzia del Turismo ed il Comitato Festa patronale da diverso tempo al lavoro per garantire, nonostante le note difficoltà finanziarie dell’Amministrazione comunale, un congruo programma di appuntamenti civili e religiosi in onore della Santa Patrona della città.

Cantante, attrice, scrittrice, personaggio televisivo: il percorso artistico di Arisa ha molteplici diramazioni, tutte illuminate dal sole del talento (il suo palmares vanta già due vittorie a Sanremo e, nel 2015, del Festival della canzone italiana è stata anche co-conduttrice).  Tra le sue canzoni più celebri Sincerità (vincitrice Sanremo Giovani 2009), Malamorenò (Sanremo 2010), La notte (secondo posto Sanremo 2012),  Meraviglioso amore mio (2012), Controvento (vincitrice Sanremo 2014), L’esercito del selfie (2017).

La sua è indubbiamente una delle più belle voci femminili italiane, capace di emozionare anche i palati più fini. «Ha una voce composta e soave», ha detto il grande Lelio Luttazzi quando ha duettato con lei a Sanremo 2009. Maurizio Costanzo ha affermato che se dovesse affidare a un’ altra cantate italiana il brano “Se telefonando” (scritto con Ghigo De Chiara ed Ennio Morricone per Mina nel 1966) penserebbe subito all’interprete lucana. Anche Franco Battiato ha mostrato entusiasmo per le doti di Arisa e la invitò ad aprire alcuni suoi concerti.

Nell’ultimo anno, oltre che per numerose collaborazioni (con J-Ax e Fedez nell’album “Comunisti col Rolex”, con Takagi e Ketra per il singolo “L’esercito del selfie”, con Cristina D’Avena nell’album “Duets”, con Giovanni Caccamo a Sanremo 2018 per “Eterno”) Arisa ha prestato la sua voce a tre canzoni incluse in altrettante colonne sonore di film: “Ho perso il mio amore” (per “La verità, vi spiego, sull’amore” di Max Croci), scritta da Cheope, Federica Abbate e Giuseppe Anastasi; “Vasame” (per “Napoli velata”, ultimo film di Ferzan Ozpetek) scritta da Enzo Gragnaniello; e “Ho cambiato i piani” (per “Nove lune e mezza” di Michela Andreozzi), scritta da Niccolò Agliardi e Edwyn Roberts. Tre conferme di come la voce di Arisa sia capace di interpretazioni “narrative”, emozionanti e coinvolgenti.

Pur continuando a lavorare ai brani per il prossimo album di inediti, anche quest’anno Arisa non ha voluto far mancare la sua presenza dal vivo ai tantissimi che la seguono con grande affetto fin dal 2009, dall’anno del Sanremo di “Sincerità” e durante l’estate sta tenendo una serie di spettacoli in giro per l’Italia.

 

La carriera artistica di Arisa è una fulgida ascesa. Dopo aver vinto nel 2007 una borsa di studio come interprete presso il CET (Centro Europeo Toscolano, moderna scuola per autori, musicisti e cantanti) di Mogol, alla fine del 2008 è tra le due vincitrici del concorso canoro SanremoLab, che le consente l’ammissione al 59° Festival di Sanremo nella categoria Proposte.

A Sanremo 2009 Arisa presenta il brano “Sincerità” (composto dal fidanzato Giuseppe Anastasi, Maurizio Filardo e Giuseppe Mangiaracina), con cui vince. Durante la serata che vede la possibilità di esibirsi accompagnati da un ospite illustre, Arisa calca il palcoscenico assieme a Lelio Luttazzi.

L’anno seguente (2010) partecipa nuovamente al 60° Festival di Sanremo, questa volta nella categoria Big, presentando la canzone “Ma l’amore no”. Torna a Sanremo 2012 e questa volta arriva seconda con il brano “La notte”, su un podio tutto rosa, dopo Emma Marrone (vincitrice) e prima di Noemi. La manifestazione canora la vede protagonista nel 2014 quando vince con il brano “Controvento”.

L’anno seguente torna ancora a Sanremo, ma questa volta veste i panni della valletta: insieme alla collega Emma Marrone, affianca il conduttore del festival Carlo Conti. Anche nel 2016 torna a Sanremo, ma come cantante in gara, presentando il brano “Guardando il cielo”.

La discografia di Arisa si compone di 5 album in studio (Sincerità, Malamoreno, Amami, Se vedo te, Guardando il cielo), di un album dal vivo (Amami Tour) e di una raccolta del 2016, Voce – The Best of. Arisa è stata giudice della quinta, della sesta e della decima edizione di X Factor. In tv ha partecipato anche a Monte Bianco e a Victor Victoria – Niente è come sembra. Negli ultimi anni ha fatto successo anche al cinema, da attrice in alcuni film (tra cui Tutta colpa della musica, La peggior settimana della mia vita e Colpi di fulmine) e da doppiatrice in altri (Cattivissimo me 2 e 3).

 www.visitmanfredonia.it

il Palio delle Contrade di Manfredonia

si è giunti alla seconda edizione del Palio delle Contrade, il Grande Torneo. Quattro giornate, un programma intenso, un susseguirsi serrato di eventi: spettacoli, giochi, tornei, il grande corteo storico attraverso le vie della Città, rappresentazioni teatrali e tanto, tanto altro. Un evento dal forte impatto, che ha l’obiettivo di approfondire la conoscenza storico -culturale del nostro territorio e promuoverne la valorizzazione. Quest’anno il Fossato del Castello sarà il grande protagonista, infatti questa suggestiva cornice farà da scenario al susseguirsi di avvenimenti, con tanto di accampamento e personaggi in costume. Ecco il programma nei dettagli:

Venerdì 3 agosto: 1° giornata, Fossato del Castello, dalle ore 18:00, Attendamenti, mercato e vita quotidiana medievale, durante l’accampamento ci sarà la possibilità per i più piccini di cimentarsi nei giochi del Palio gratuitamente.

Sabato 4 agosto: 2° giornata, il Corteo Storico. Ore 19:30 Partenza: Molo di Ponente;Percorso: Viale Kennedy, Corso Manfredi, Via del Porto (già via Stella); Arrivo: Fossato del Castello. Proclama di Apertura del Palio delle Contrade a cura del prof. Vittorio Tricarico. Inizio del Torneo con i giochi: Tiro alla fune a quattro contrade, Anelli sulla Torre e Danze Saracene o Occidentali.

Domenica 5 agosto: 3° giornata, Fossato del Castello, con inizio alle ore 19:00. Le Contrade si sfideranno nei giochi: Tiro con l’Arco, Albero dei Cesti, Salva la Regina, Lancio del Giavellotto, Corsa con i Sacchi, Tiro con Ascia. A seguire, proclamazione e premiazione della Contrada vincitrice.

Per info: Agenzia del Turismo, Piazza della Libertà, 1, e-mail: info@visitmanfredonia.it
www.paliodimanfredonia.org,
e-mail: paliodimanfredonia@gmail.com
Comitato Palio di Manfredonia, Antonio Barbone, e-mail: antoniobarbone@yahoo.it.

Incontri d’estate al Museo Etnografico Sipontino

Anche per questa estate siamo riusciti ad organizzare un minimo di incontri culturali  presso la sede del Museo Etnografico Sipontino.

A nome della Fondazione CENTRO RESIDENZIALE DI STUDI PUGLIESI PROF. MICHELE MELILLO ringrazio calorosamente i relatori che hanno prontamente accolto il nostro invito .

Il tema generale è sempre quello della ricerca legata allo studio delle nostre radici e del nostro territorio .

Cominciamo sabato 4 agosto con una conferenza tenuta dal nostro concittadino prof. Antonio Ciuffreda dell’Università di Bari A. Moro . Il tema sarà “ Tra le sponde dell’Adriatico. Giorgio il Castriota , eroe della nazione albanese e signore del Monte Gargano “ .

L’incontro ricorda i 550 anni della morte di Giorgio Castriota ( 1468/2018 ) , le sue iniziative , le presenze albanesi in Capitanata .

Il giorno 18 Agosto l’amico Aldo Caroleo ,    presidente dell’Archeoclub  di Siponto ci illustrerà alcuni aspetti della “ Siponto Antica Nascosta “ e sicuramente ci renderà ancora una volta maggiormente consapevoli  e responsabili della straordinaria bellezza ed importanza storica di Siponto . Al termine dell’intervento è prevista una visita alla Necropoli tardo antica della Siponto moderna : gli Ipogei di Santa Maria Regina, quelli di Scoppa  in pineta e le tombe sub divo.

Per concludere il ciclo di incontri il giorno 25 Agosto Alberto Cavallini ci intratterrà sul tema dei  Valloni di Pulsano “ . La storia di S.Giovanni da Matera , dei monaci eremiti , la bellezza naturalistica e spirituale degli eremi  che sovrastano il Golfo di Manfredonia ci verrà illustrata dal massimo cultore della materia.

Gli incontri si terranno preso la sede della fondazione e del Museo a Siponto alla piazza S.M.Regina n.2 alle ore 19.00 .

Invitiamo tutti a trascorrere con noi un momento di relax e ricreazione culturale.

Il Presidente della Fondazione

Avv. Dario MELILLO

 

Sabato 4 Agosto (Ore 13.30, Rai 2) Manfredonia Protagonista Di Un’intera Puntata Di “Sereno Variabile Estate” Con Osvaldo Bevilacqua

Sabato 4 agosto (ore 13.30 su Rai 2) fa tappa a Manfredonia – la porta del Gargano – Sereno Variabile Estate, la trasmissione tv più longeva al mondo condotta da Osvaldo Bevilacqua (tra i più autorevoli riferimenti mediatici del turismo, made in Italy e tempo libero) alla ricerca delle località più interessanti e trendy per turisti e vacanzieri.

Con il coordinamento dell’Agenzia del Turismo (in contatto per diverso tempo nei mesi scorsi con la redazione e la produzione della trasmissione per pianificare al meglio contenuti e logistica), Manfredonia verrà visitata e raccontata in maniera fresca ed innovativa, presentando le sue eccellenze a tutto tondo, con un occhio di riguardo per i giovani talenti imprenditoriali; proprio l’impegno e la professionalità dell’Agenzia del Turismo – che nel suo ruolo di valorizzazione e promozione del territorio ha passato al setaccio tutta l’offerta turistico-imprenditoriale sipontina, fornendo in maniera esaustiva informazioni, schede descrittive e contatti utili -, sono risultati determinanti per far propendere la produzione del programma a scegliere entusiasticamente e convintamente Manfredonia come meta di un’intera puntata, per raccontarla sotto una nuova veste, inedita ed accattivante.

Osvaldo inizierà la sua visita sulla spiaggia dove incontrerà e intervisterà tanti turisti, poi salirà a bordo di una barca che effettua escursioni e minicrociere lungo la costa dando la possibilità di ammirare le suggestive falesie e di fare bagni nelle baie e nelle calette più nascoste.

Dopo un assaggio di golosi panini gourmet con i sapori di terra e di mare, partiremo per un emozionante viaggio della memoria, ricordando Lucio Dalla, che da bambino e poi da ragazzo con la famiglia veniva a villeggiare proprio a Manfredonia.

Osvaldo infatti intervisterà un suo conoscente e ci riproporrà un’intervista al cantante bolognese registrata alle isole Tremiti, altro luogo amatissimo da Lucio Dalla, molto legato alla Puglia, di cui apprezzava il mare, la gente e i sapori genuini.

E a proposito di prelibatezze, Osvaldo entrerà in una gelateria dove si realizzano squisiti gelati con i sapori del Gargano e ci proporrà anche di assaporare l’ottimo miele prodotto nelle campagne del territorio.

Dopo aver ascoltato i consigli e i suggerimenti della Guardia Costiera, saranno visitati interessanti monumenti e siti archeologici e, successivamente, si entrerà in un atelier d’arte e in un laboratorio tessile dove si confezionano originali borse artigianali.

Manfredonia entra così nel novero delle località italiane di maggior richiamo ed interesse dell’estate 2018, confermando il crescente appeal turistico degli ultimi anni, come dimostrato dai numeri (a sei cifre, comunicati recentemente da PugliaPromozione) di presenze e la costante attrazione della RAI e dei media nazionali ed internazionali.

(“Sereno Variabile” è un programma di Osvaldo Bevilacqua – che ne è l’ideatore – e Giuseppe Gennaro; il Produttore esecutivo è  Alessandra Badioli, la regia a cura di Roberto Moschini)

Sabato 4 agosto cerimonia inaugurale di “incontro al vertice”

Il patrimonio artistico-culturale di Manfredonia si arricchisce di un nuovo prezioso tassello. E’ prevista per le ore 20 di sabato 4 agosto la cerimonia inaugurale della messa in posa di “Incontro al vertice”, l’opera dell’artista Florian Lettlricevuta in comodato gratuito dall’Amministrazione comunale (ovvero senza alcun costo per i cittadini) e che sarà posizionata al centro della Rotonda del Lungomare Miramare.

Alla cerimonia, a cui tutta la cittadinanza ed i turisti sono invitati a partecipare, prenderanno parte il sindaco Angelo Riccardi e l’artista Florian Lettl, figlio di Wolfgang pittore surrealista tedesco (legatissimo alla città), di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita.

L’imponente scultura (del peso di circa 600 kg,  alta 265 cm, larga 330 cm, profonda 90 cm che riprende un’opera pittorica dello stesso Wolfgang Lettl)  è stata realizzata con alluminio fuso nel 2004 in due esemplari: uno per il museo di Augsburg , l´altro per il museo di Lindau sul lago di Costanza. Proprio quest’ultimo sarà trasferito per vent’anni a Manfredonia, facendo bella mostra di sé (anche come arredo urbano di pregio)  su uno degli affacci a mare più affascinanti e riconosciuti della città, dando ulteriore respiro internazionale all’offerta cultura e turistica del territorio e rafforzando – quasi indissolubilmente – il rapporto di profondo amore con la famiglia Lettl. Il buon esito dell’operazione è dovuto anche all’impegno dell’Arch. Telera il quale, dopo aver sottoposto l’idea al Sindaco, si è occupato della direzione dei lavori per il posizionamento della scultura.