Sogno di un pomeriggio d’autunno

Bottega degli Apocrifi incontra la città per presentare “Favolosamente Vera”, la rassegna teatrale dedicata a bambini e famiglie in programma da novembre 2018 a marzo 2019.

Fate attenzione ai sogni: possono avverarsi. È accaduto nel 2001 a un gruppo di studenti che frequentava l’Università di Bologna. quando fondarono una compagnia che prese il nome dal primo lavoro messo in scena tratto dai Vangeli Apocrifi. Il caso ha voluto che quegli studenti, provenienti da diverse parti d’Italia, si trasferissero in Puglia, a Manfredonia. E che qui iniziassero a coltivare il deserto e la fantasia. Non hanno mai smesso di farlo e. dal 2008. abitano il teatro della città con una residenza teatrale.

«C’è una differenza minuscola e sostanziale tra programmare dentro uno spazio e programmare per uno spazio. Il nostro lavoro quotidiano punta tutto sul valore di questa differenza». afferma Cosimo Severo. regista della Bottega degli Apocrifi.

La compagnia lavora da sempre con la comunità locale ed è per questo che ogni anno presenta alla città le nuove attività. Lunedì 5 novembre alle 19.30 appuntamento al teatro comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia per vivere la magica atmosfera del “Sogno di un pomeriggio d’autunno”. È questo il titolo scelto, parafrasando Shakespeare, per l’incontro di presentazione alla città della rassegna teatrale “Favolosamente vera”.

«Incontrare i referenti della comunità educante prima dell’inizio della rassegna per bambini e famiglie ci permette di dedicare un momento prezioso alle ragioni che guidano una scelta, ci consente di mettere a fuoco il desiderio di scambio tra la qualità artistica degli spettacoli e i bisogni emersi da chi quegli spettacoli è invitato a guardarli e farli propri», spiega Stefania Marrone, drammaturga della Bottega degli Apocrifi.

La nuova stagione dedicata ai bambini e alle famiglie riserva tante sorprese e porta con sé il racconto di un evento inedito: un altro sogno che si avvera.

Intorno a questa ormai attesa finestra dedicata alle nuove generazioni è nato, infatti, un partenariato d’eccezione, che ha permesso una programmazione di altissima qualità portando a Manfredonia anche spettacoli internazionali.

«È successo che l’azienda Silac ha voluto sostenere. diventando un vero e proprio partner di progetto assieme alla Compagnia Bottega degli Apocrifi. la realizzazione della rassegna “Favolosamente Vera” e del Festival di Teatro delle Scuole “con gli Occhi Aperti” per i prossimi tre anni». racconta Severo della Bottega degli Apocrifi.

In un momento storico in balia di priorità sempre più materiali, un’azienda privata ha scelto di investire in cultura e nelle nuove generazioni, contribuendo a migliorare la qualità della vita di questo territorio, permettendo un respiro più ampio all’offerta culturale dedicata a ragazzi e bambini che di quel territorio sono il futuro.

All’incontro del 5 novembre parteciperanno Cosimo Severo e Stefania Marrone per la Bottega degli Apocrifi, il Sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, la responsabile marketing Silac Angela Leone e la marketing assistant Silac Rosa Di Candia.

«Il teatro, quando è fatto bene, si fonda sempre sulla relazione: relazione tra personaggi perché la storia funzioni, relazione tra attori e spettatori perché lo spettacolo abbia ragion d’essere e, anche, relazione tra una programmazione e la sua Comunità di riferimento perché il teatro custodisca il suo valore di rituale collettivo», chiosano gli organizzatori.

“Favolosamente vera” è inserita all’interno del progetto Teatri del Gargano. sostenuto dalla Regione Puglia tramite l’Avviso a presentare iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche – FSC Fondo di Sviluppo e coesione 2014/2020 – Patto per la Puglia.

L’incontro è ad ingresso libero. La cittadinanza tutta e la stampa sono invitate a partecipare.

“Maddalena via del gusto” il percorso enogastronomico del 31 ottobre a Manfredonia

Quasi tutto pronto per Maddalena Via Del Gusto – Speciale Hallowen e ultime ore per accaparrarsi i ticket e la possibilità di vivere il territorio in modo inedito. Il percorso consisterà nella degustazione di 5 pietanze, offerte dai ristoranti in loco e due degustazioni di vino (Casa Vinicola Sanpaolo – Cantine Terre Federiciane)

Ecco a voi il #MENU‘:

Coppola Rossa: Cicatelli asparagi e cozze.

Bacco Tabacco E Venere: Purea di fave con rape e crostino al rosmarino.

Calamarando: Pan Cotto Di Mare.
Baciati dal mare: Cips di zucca con formaggio morbido alle erbe e guanciale croccante.

Osteria Boccolicchio: Mandarla, latte e crumble.

Costo del Ticket € 12,00.

I bambini saranno i grandi protagonisti della serata di Maddalena Via del Gusto – speciale Hallowen a partire dal box menù pensato appositamente per loro.
Ecco cosa troveranno dentro il KIDS MENU’ (presso De Gustibus) – al costo di soli € 3,00:
Pizzetta stregata a cura di De Gustibus
Muffin al cioccolato di Pasta Fresca Ciangularie
Yogurt alla frutta di Posta La Via Fattoria

Inoltre i più piccoli saranno travolti dallo shooting fotografico “mostruoso” a cura di Salvatore Favia Fotografer e “dolcetto o scherzetto” in compagnia delle libraie di Nella pancia della balena.

E’ prevista anche una degustazione GLUTEN FREE in partnership con la Farmacia Centrale Murgo. Per l’occasione lo Chef Marco Spano di Soul Kitchen “cibo per l’anima” preparerà dei sandwich con Porchetta Garganica e salsa demi glaces, che verranno accompagnati da dolcini mignon del laboratorio artigianale Gustami di Cerignola ed un bicchiere di vino .

Ticket degustazione Gluten FREE € 4,00.

L’evento è organizzato dal’agenzia Comunica – creative company.

PUNTI PREVENDITA

Manfredonia: Infopoint Gal Daunofantino – Piazzetta Mercato, tel. 0884271903

Presso i 5 Ristoranti aderenti (Coppola Rossa, Baciati dal Mare, Bacco Tabacco e Venere, Osteria Boccolicchio e Calamarando)

Foggia: Gelateria Gabrielino, Piazza Umberto Giordano, tel. 0881720970

Mattinata: Gelateria Gabrielino, Via Giuseppe Garibaldi, 4-6, tel. 0884559444

G. Rotondo: Lab. Urb.ArteFacendo – Via P. Luigi Amigò,tel. 3669404991
Monte Sant’Angelo: Bayron Caffè – Via Manfredi 19, tel. 3470740297

Prevendita ticket Gluten Free – Farmacia Centrale Murgo – Manfredonia, tel. 0884582029 e INFOPOINT, Piazzetta Mercato 9.

——————————————–

Per ulteriori informazioni
Tel. + 3483238233

mail to: info@maddalenaviadegusto.it
www.maddalenaviadelgusto.it
www.facebook.com/maddalenaviadelgusto/

www.facebook.com/comunicacreativecompany/

https://www.instagram.com/maddalenaviadelgusto/?hl=it

Auto d’epoca nella Bellezza

Storia, cultura e passione. E’ condensato negli elementi della sua denominazione, il significato della manifestazione in cui, a Manfredonia, vengono nuovamente coniugate la promozione turistica con l’amore per le auto d’epoca.

Domenica 21 ottobre il “Club X1\9 Italia” – con la collaborazione del Comune di Manfredonia, dell’Agenzia del Turismo, delle Associazioni “Club auto e moto storiche sipontino ” e “Vespisti Sipontini” – propone un evento dal forte appeal promozionale del territorio di Manfredonia con una prospettiva accattivante. Quella di un viaggio slow a bordo di auto d’epoca tra le bellezze ed il patrimonio storico-artistico-culturale, a cui prenderanno parte una trentina di equipaggi provenienti da Campania, Abruzzo, Umbria, Lazio e tutta la Puglia.

Una manifestazione nazionale – giunta alla sua 14^ edizione – che è molto più di una semplice gita fuori porta d’inizio autunno e di un nutrito e qualificato raduno di appassionati. I partecipanti saranno guidati alla scoperta di tesori quali l’Abbazia di San Leonardo, gli Ipogei Capparelli ed il Parco archeologico di Siponto, oltre che del “Marina del Gargano (luogo di partenza del tour) e delle immancabili tipicità dell’enogastronomia locale.

Occasione che conferma la predisposizione di Manfredonia ad essere attrattiva ed accogliente durante tutto l’arco dell’anno e del crescente interesse turistico da parte di nuovi target di ospiti. Per i residenti, l’opportunità di ammirare da vicino auto (di pregevole livello estetico) che hanno fatto la storia del made in Italy famoso in tutto il mondo e salutare l’allegra carovana che attraverserà festosamente la città.

 

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

ore 8.30 incontro c/o Porto Turistico “Marina del Gargano”

ore 9.30 partenza per Abbazia di San Leonardo             

ore 11 partenza per Ipogei Capparelli

ore 12.30 partenza per Basilica di Siponto

a seguire pranzo conviviale c\o “Ristorante Reginella” -“Marina del Gargano”

La Medaglia d’Oro a Tresoldi

Sa sempre sorprendere con le sue creazioni ma non è più una sorpresa nel mondo dell’arte e dell’innovazione a livello internazionale. Quando quasi tre anni fa (era il marzo del 2016), Edoardo Tresoldi presentava al mondo la sua prima avveniristica opera realizzata “Le Basiliche” realizzata nel Parco Archeologico di Siponto, era un enfant prodige; nel frattempo la sua carriera professionale ha decisamente spiccato il volo, portando di riflesso anche lustro mediatico e turistico a Manfredonia. Una carriera in perenne ascesa, che oggi e domani, vede aggiungere, proprio grazie alla ricostruzione della Basilica Paleocristiana di Siponto, altri due prestigiosissimi tasselli.

Infatti, proprio oggi la Triennale di Milano in collaborazione con il MiBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, assegna a Tresoldi la sesta edizione del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana, evento con cadenza triennale che intende promuovere e riflettere sulle nuove e più interessanti opere e sui protagonisti che le hanno rese possibili.

La Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana punta alla promozione pubblica dell’architettura contemporanea come costruttrice di qualità ambientale e civile, e insieme guarda all’architettura come prodotto di un dialogo vitale tra progettista, committenza e impresa.

La Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana si pone come riflessione attiva sul ruolo del progettista e delle sue opere puntando alla diffusione pubblica in Italia e all’estero di un nuovo patrimonio di costruzioni e idee e insieme verificando periodicamente lo stato della produzione architettonica italiana, gli indirizzi, i problemi e i nuovi attori.

Ma, non è tutto per Tresoldi e per Manfredonia. Domani,  presso la sede della Fondazione Dino Zoli di Forlì, viene inaugurata (e visitabile sino al 19 gennaio 2019) la mostra La Basilica di Siponto di Edoardo Tresoldi. Un racconto tra Rovine, Paesaggio e Luce, in cui l’artista si cimenterà nella restituzione al pubblico di un’esperienza importante, ovvero quella della realizzazione di un’installazione permanente in rete metallica dedicata alla Basilica paleocristiana di Santa Maria, voluta dal MIBACT per il Parco Archeologico “Le Basiliche” di Siponto (Foggia, 2016) e illuminata da DZ Engineering.

https://www.bitculturali.it/2018/10/design/basilica-siponto-edoardo-tresoldi-forli/

In mostra a Forlì, bozzetti, riproduzioni fotografiche e video che documentano le diverse fasi che hanno portato alla realizzazione della così detta “scultura architettura”. A completare il percorso espositivo, la documentazione video relativa anche al “Cube Temple” di Singapore.

La mostra – spiega Nadia Stefanel, direttore della Fondazione Dino Zoli – «raccoglie bozzetti, riproduzioni fotografiche e video che documentano le diverse fasi che hanno portato alla realizzazione della così detta scultura-architettura. Il percorso si articola in tre sezioni: la prima dedicata alla storia e all’analisi del preesistente, la seconda incentrata sull’architettura, analizzata anche attraverso i fogli di taglio, la terza relativa ai progetti realizzati dagli ingegneri della DZ Engineering».

Trattasi della seconda parte di un progetto iniziato a Singapore (culminato  domenica 16 settembre 2018), presso la sede di Cargo 39. In occasione del Gran Premio di Formula 1, illuminato da DZ Engineering, Tresoldi ha presentato Cube Temple. An ethereal creation of wire mesh in Singapore, un’installazione temporanea ideata per un evento reale ad Abu Dhabi e rimodulata per garantire il dialogo con il luogo che la ospita.

Uno spazio dinamico e iridescente, in cui diventa possibile sperimentare una dimensione eterea, mentre la luce – studiata dai tecnici di DZ Engineering – favorisce un’interpretazione dell’opera soggetta a diversi stati d’animo. Parallelamente, la DZ Engineering illuminerà alcuni luoghi fondamentali per l’arte e la cultura di Singapore.

https://www.archiportale.com/news/2018/09/eventi/l-arte-eterea-di-edoardo-tresoldi-sbarca-a-singapore_65878_32.html

Ma, il giro del mondo nel 2018 di Edoardo Tresoldi, tra le altre cose, vanta la partecipazione da assoluto protagonista al Coachella, in California, uno dei festival più famosi al mondo in cui si sono alternate star musicali come, ad esempio, Eminem, Beyoncé, The Weekend. Da qualche decennio il Coachella è diventato meta di grandi artisti che con le loro installazioni e sculture animano gli spazi di Indio in California: quest’anno anche Edoardo Tresoldi è stato presente con una sua creazione agli Empire Polo Fields, accanto ai palchi.

https://www.rollingstone.it/pop-life/news-rrstyle/dentro-etherea-lopera-di-edoardo-tresoldi-pensata-per-coachella/411711/

Etherea” (nome dell’opera realizzata) era composta da tre templi identici nella forma, ma su tre scale differenti. Il visitatore è invitato a entrare e il gioco delle trasparenze permette di inquadrare il cielo, trasformando l’architettura in una cornice che, a seconda del fatto che ci si trovi nel tempio piccolo, in quello medio o in quello grande, offre una prospettiva differente delle nuvole e del cielo. Un modo per vivere un momento di intimità anche nel bel mezzo di uno dei festival più frequentati al mondo.

In bocca al lupo Edoardo! Ad maiora, semper.

 

Madre Terra

Slow Food conferma l’eccellenza della Puglia_Anche nel vino

Tra le ricchezze che un territorio può annoverare, soprattutto in un paese come l’Italia ed in una regione come la nostra, la Puglia, vi è senz’altro l’offerta enogastronomica. Se sul prodotto alimentare non vi sono mai stati dubbi – siamo tra le eccellenze nazionali – occorre sottolineare gli sforzi che, negli ultimi tempi, si stanno facendo nel settore “eno”. Ulteriore conferma viene dai riconoscimenti della Guida sul vino di Slow Food, che rimarca i risultati raggiunti, frutto di scelte giuste ed efficaci come quella di prediligere la storia di un territorio e i metodi di coltivazione naturali. Certo, la provincia di Foggia è ancora indietro rispetto ad altre zone della Regione che – per vocazione storica, da più tempo e forse con maggiore lungimiranza – hanno imboccato un percorso virtuoso che punta decisamente alla qualità; non mancano però i segnali positivi anche da noi, incoraggianti per i tanti produttori di Capitanata che stanno percorrendo la stessa strada.
Una strada lastricata dai principi del rispetto della tradizione, del recupero della memoria e della valorizzazione delle proprie ricchezze, da seguire in tutti i campi che riguardano il proprio patrimonio.

Articolo Slow Food

Fotografia:
Creative Commons license (BY NC), Matthew Rogers, “Grapes”, https://goo.gl/EFxQGE